Cargoitalia va in liquidazione

La compagnia nata nel 2008 ha cessato le operazioni nella giornata di mercoledì, in mancanza di nuovi finanziatori per colmare il deficit. Ancora da quantificare l'impatto occupazionale a Malpensa

Un colpo duro al settore cargo di Malpensa, anche se in parte atteso: i soci hanno annunciato la liquidazione volontaria di Cargoitalia, la compagnia aerea merci nata da Alitalia Cargo nel 2008. La società ha chiuso i sette mesi del 2011 con un fatturato di 53,4 milioni e una perdita di 10,2 milioni (fonte: Milano Finanza), aveva urgente bisogno di una iniezione di capitali, erano disponibili investimenti messi dai soci, ma non avrebbe ottenuto fiducia dalle banche. Ancora da quantificare l’impatto in termini occupazionali: il sindacato si dice "molto preoccupato" dalla notizia, che inciderà sugli operatori cargo che lavorano a Malpensa. Si parla di qualche decina di lavoratori (foto: Planespotters.net).
La Cargoitalia era nata nel 2008, nel mezzo della crisi di Alitalia: con investimenti dei soci – Alis e Intesa – furono rilevati il ramo cargo di Alitalia e la vecchia gestione Cargoitalia in chiusura, assumendo un centinaio di addetti tra piloti (che erano in Cassa Integrazione Alitalia), tecnici e personale di terra. L’azienda, nel comunicato stampa rilasciato in giornata in cui conferma la liquidazione, fa riferimento alla crescente concorrenza di altre aziende straniere operanti a Malpensa, per cui la compagnia italiana ha presentato "un ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio contro ENAC". Cargoitalia accusa poi anche la cosiddetta legge “Salva Malpensa”,  "in virtù della quale venivano concessi unilateralmente e indiscriminatamente collegamenti intercontinentali a compagnie straniere, senza condizioni di reciprocità per il vettore nazionale come previsto in tutti gli altri paesi, anche nel cargo dove tale vettore di riferimento era presente". La gestione dlla liquidazione è affidata al commercialista Giovanni La Croce.

Il sindacato è molto preoccupato, anche perché il cargo era il settore in cui si confidava per una ripresa dell’attività di Malpensa: si parla di qualche decina di lavoratori coinvolti a Malpensa, dipendenti degli operatori del cargo che perderebbero le commesse Cargoitalia. Non vi è stato però alcun confronto ufficiale tra le parti: la prima convocazione tra aziende e sindacati dovrebbe essere programmata nei giorni successivi a Natale e Santo Stefano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore