Il Tar boccia la nomina di Mucci all’Asl

Contro l'ex primo cittadino di Gallarate era stato presentato un ricorso: la sentenza giudica insufficienti le esperienze professionali come sindaco e nella società assicurativa di famiglia

L’ex sindaco di Gallarate Nicola Mucci non può dirigere l’ASL di Sondrio: l’ha stabilito il TAR della Lombardia, chiamato da un ricorso (presentato dal dirigente scolastico Giovanni Cappuccio) ad esprimersi sulla nomina di Mucci a massimo dirigente sanitario della Valtellina. Il Tribunale Amministrativo, nella sentenza, giudica insufficienti le qualifiche dirigenziali inserite da Mucci nel suo curriculum: insufficiente l’esperienza lavorativa nella società assicurativa di famiglia "Previtali e Mucci", che nella sentenza è descritta come "società [con] una struttura organizzativa molto semplice basata soltanto su tre addetti". Ma il TAR eccepisce anche sul carattere dirigenziale dell’esperienza da sindaco (tema, questo, già emerso in molti altri casi): quella del sindaco "non è una figura gestionale", dà solo un indirizzo politco, mentre la gestione diretta del personale e delle risorse finanziarie spettano "ai dirigenti".

La nomina di Mucci era già stata al centro di polemiche in particolare nel corso della scorsa campagna elettorale gallaratese, quando la Lega Nord – impegnata in un braccio di ferro con il PdL – aveva minacciato di sollevare la questione in Regione con una mozione di sfiducia. Il carroccio non gradiva l’attivismo dell’ex sindaco con la sua lista civica filo-PdL "Orgoglio gallaratese". Alla fine si arrivò solo ad una sorta di rimprovero, che coinvolse sia l’ex sindaco, sia la direttrice dell’ospedale di Gallarate, Cristina Cantù (accusata all’oposto di fare campagna elettorale per la Lega)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Dicembre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.