Morte in carcere, la Cgil denuncia il sovraffollamento

La funzione pubblica sottolinea che il carcere può contenere 167 detenuti a fronte dei 420 presenti

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa della Cgil funzione poubblica in merito alla morte nel carcere di Busto Arsizio del giovane marocchino che ha inalato gas da una bombola. In particolare il sindacato della Polizia Penitenziaria sottoline la situazione di sovraffollamento nel carcere, sproporzionata anche rispetto agli agenti che vi lavorano.

 Un’altra morte in carcere. E’ accaduto ieri nell’Istituto di via per Cassano Magnago, dove un detenuto di 27 anni, di nazionalità marocchina ha perso la vita. E’ stato l’agente di Polizia Penitenziaria in servizio nella sezione, che vedendo l’uomo disteso sul pavimento della cella, ha dato immediatamente l’allarme. A nulla è valso il pronto intervento dei sanitari del carcere che non hanno potuto che constatarne il decesso.
L’uomo era in carcere dallo scorso mese di settembre, doveva scontare una pena per furto e sarebbe uscito il 1° gennaio prossimo. E’ l’ennesima tragedia che si consuma nelle carceri italiane, un carcere quello di Busto Arsizio noto alle cronache per lo spaventoso stato di sovraffollamento.
Sono infatti 420 i detenuti presenti quando la capienza regolamentare sarebbe di 167 detenuti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Dicembre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.