Spaccio di cocaina, sei arresti e novanta denunce

Tre inchieste concentrate nella regione delle Tre Valli hanno permesso di risalire alla rete di venditori e acquirenti. Sequestrati più di tre chili di droga

sequestro cocaina locarnoIl Ministero pubblico del Canton Ticino, la Magistratura dei minorenni e la Polizia cantonale comunicano che negli scorsi mesi e nell’ambito di tre inchieste antidroga nella regione delle Tre Valli, sono state arrestate sei persone, di cui cinque ancora in carcere. Si tratta di cinque cittadini stranieri di 21, 22, due di 28 e di 30 anni. Le indagini, coordinate dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo e dalla Magistratura dei minorenni, sono state condotte dalla Gendarmeria territoriale di Biasca e dall’antenna SAD di Bellinzona. Nei primi mesi dello scorso anno ha avuto inizio la prima indagine, terminata a maggio 2011, che ha portato al fermo di tre minorenni, di età compresa tra i 15 e i 17 anni domiciliati in Leventina, autori di una quindicina di furti con scasso a danno di negozi ed esercizi pubblici ed autovetture della regione nonché di infrazione e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti.

L’inchiesta ha poi permesso di risalire la filiera dello spaccio, in particolare di cocaina che avveniva a Biasca e a Bodio, fino a giungere a richiedenti l’asilo che soggiornavano nei due comuni. In quest’ambito, nel mese di luglio 2011 vi è stato un intervento mirato presso un esercizio pubblico della Valle Leventina, che ha portato all’arresto di un 19enne richiedente l’asilo dedito alla spaccio di droga. Sono stati denunciati al Ministero pubblico e alla Magistratura dei minorenni anche una novantina di acquirenti di sostanze stupefacenti residenti nelle Tre Valli, tra cui alcuni minorenni. Sempre nell’ambito delle attività di indagine, sono emersi degli indizi relativi al coinvolgimento di un 28enne cittadino straniero residente a Biasca nello spaccio al dettaglio di sostanze stupefacenti. Grazie ad accertamenti e sorveglianze, il giovane, trasferitosi nel frattempo nel Locarnese, è stato arrestato nel mese di ottobre del 2011. Questa operazione ha permesso il sequestro di oltre 2 chili di cocaina, rinvenuta in casa di un 28enne cittadino straniero domiciliato nel Locarnese. Infine, l’inchiesta ha permesso di stabilire uno spaccio al dettaglio nelle Tre Valli tra il 2010 e il 2011 di poco meno di un chilo di cocaina, vari etti di marijuana e altre sostanze stupefacenti. Inoltre, ha permesso di dare il via ad un’altra inchiesta che ha portato all’arresto di tre cittadini stranieri, di 30, 22 e 21 anni domiciliati in Riviera, dediti allo spaccio di stupefacenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 febbraio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore