Due giorni per conoscere il mondo dei pipistrelli

Sabato 29 e 30 settembre, alla Cascina Tagliata di Robarello, due giorni per avvicinarsi a questi animali e per far conoscere il programma olto alla conservazione diretta di questi animali

Sabato 29 e 30 settembre, dalle 16 alle 21 appuntamento alla Cascina Tagliata di Robarello per una giornata dal titolo "Il mondo dei pipistrelli – Tra immaginario e realtà". Dalle ore 20.00 alle ore 21.00 uscite sul campo con bat-detector alla ricerca dei pipistrelli.

Filmati, immagini, reperti, pubblicazioni, giochi interattivi, gadget per un viaggio attraverso le false credenze che accompagnano da sempre questi mammiferi in contrapposizione con il loro importante ruolo ecologico e le conseguenti necessità di tutela. Riconosciuta l’importanza di questi animali nell’ecosistema, la Comunità Europea e la Regione Lombardia hanno cofinanziato un progetto, realizzato dal Parco Campo dei Fiori, dal titolo “Tutela di grotte e chirotteri nella gestione di boschi e prati magri”, volto alla conservazione diretta di questi animali e alla protezione dei principali ambienti che frequentano.

Il supporto ricevuto dalla Commissione Europea nell’ambito dei finanziamenti LIFE Natura permise al Parco di avviare, tra il 1997 e il 2004, un intenso programma di sensibilizzazione e di educazione sulle problematiche che riguardano i pipistrelli e la loro difficoltosa conservazione. Di questo programma faceva parte la mostra titolata “Pipistrelli: tra immaginario e realtà” che negli anni è stata allestita in diverse località della provincia e non solo.

Per sensibilizzare il pubblico sulle problematiche legate alla conservazione dei pipistrelli e per sfatare le leggende negative su di essi, il Parco del Campo dei Fiori ha realizzato una mostra didattica e interattiva articolata in due sezioni: l’immaginario e il reale. Il visitatore può osservare in contrapposizione un filmato con immagini tratte da film dell’orrore e uno più documentaristico sulla biologia dei pipistrelli, cinque pannelli con illustrazioni ironiche sulle false credenze riguardo questi animali e altri sette con impostazione più rigorosamente scientifica. Il passaggio nella grotta lascerà buona parte dei visitatori ancora perplessa sulla natura dei pipistrelli ma le numerose stazioni interattive assicureranno divertimento e preziosi insegnamenti sulla biologia di questi “poco conosciuti” mammiferi volanti.

La cascina è comodamente raggiungibile a piedi sia dal centro della Rasa che da Robarello, attraverso il sentiero Homo Faber (Rasa – Robarello)
info: http://www.parcocampodeifiori.it/

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 settembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore