Una varesina alla mille chilometri romantica

Le signore che percorreranno in carrozza 1000 Km per raggiungere Monaco di Baviera, partendo dalla città scaligera

romantica fotoEleganti e affascinanti, ma anche curiose, avventurose e caparbie.
Chi sono le signore che percorreranno in carrozza 1000 Km per raggiungere Monaco di Baviera, partendo da Verona?
Una grande passione le accomuna: quella per i cavalli che in questa lunga avventura, saranno i loro compagni di viaggio quotidiani.
Tra di esse c’è Romina, attualmente è impegnata nel suo centro Pony in provincia di Varese. A 8 anni fu amore a prima vista per una cavallina araba/Haflinger, come sostiene, e poi iniziò la collaborazione con grandi cavalieri ed, oggi, della sua passione ha fatto una gratificante professione: piccoli allievi e pony di tutte le razze, dallo shetland al bardigiano, animano infatti il suo Pony Club. Una passione che è nel suo DNA, tanto che Romina la fa discendere dal bisnonno cocchiere e grande uomo di cavalli.
Katya, che vive nella zona del Brenta in provincia di Venezia, ha una buona esperienza con la sella ed ha sempre accompagnato il marito in carrozza, nelle manifestazioni di attacchi. Finalmente è giunto il momento per lei di perfezionare la conoscenza e la pratica della guida a redini lunghe ed, infatti, ci confessa che una 1000 Km tutta al femminile l’ha incuriosita e stimolata a provarci. E’ per lei un modo per acquisire maggiore sicurezza ed abilità come driver e per raggiungere questo obiettivo confida nell’esperienza delle sue compagne di viaggio.
Poi c’è Silvana, ormai l’anima delle 1000 Km, con 4 esperienze alle spalle che l’hanno portata ad attraversare l’Europa, a studiare nei dettagli i percorsi a ideare i tragitti. La sua storia con i cavalli è iniziata 25 anni fa. Dapprima con il turismo equestre a sella, poco dopo con gli attacchi: era un modo piacevole per coniugare la passione del cavallo con i bisogni della famiglia. “Ci si spostava tutti insieme- ci dice- con la carrozza, una allegra famigliola con cesti e cestini sulle strade di campagna della Valpolicella tra vigneti e campi di ciliegi”. La passione per i cavalli e soprattutto per gli attacchi le è stata trasmessa dal nonno carrettiere e poi dal papà che a 12 anni, da solo, si recava ai Mercati Generali con il suo carretto. Poi le esperienze di lavoro in agriturismo: dai corsi attacchi, all’accompagnamento ai trekking in carrozza.
A tutto questo si aggiunge il desiderio che tutte hanno espresso di coniugare il viaggio con la scoperta, la crescita personale e la cultura. Dice Katya: ”Questo viaggio mi emoziona perché potrò condividere con i miei cavalli una nuova ed impegnativa esperienza, potrò vedere da una nuova prospettiva posti incantevoli conosciuti solo in fotografia e sarà possibile rallentare il ritmo frenetico della vita adeguandomi a quello tranquillo dei miei cavalli!”
E che dire della bellissima bimba mascotte della spedizione: “ci sarà Ginevra, …ha solo 4 anni e mi segue ovunque” dice mamma Romina.
Parteciperanno al viaggio 2 studentesse, Emily e Andrea, dell’Istituto di Agraria Duca degli Abruzzi di Padova, l’unica scuola con corsi di Attacchi all’interno delle ore di didattica. Saranno in attività di stage e oltre a guidare la carrozza, avranno anche il compito di documentare tutto il viaggio. Un’altra dimostrazione che gli attacchi sono un’esperienza affascinante anche per giovanie giovanissime..

E non è finita: durante il lungo viaggio altre donne si aggiungeranno anche per brevi tratti: Paola, Maria, Patrizia, Maria Vittoria e tante altre ancora!

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Settembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.