“Il gioco del dipingere”: il ritorno di Arno Stern a Samarate

In programma venerdì 16 novembre per parlare della sua filosofia di vita e del suo atelier di pittura per bambini dai 3 ai 99 anni

Venerdì 16 novembre grande ritorno di Arno Stern a Samarate per parlare della sua filosofia di vita e del suo atelier di pittura per bambini dai 3 ai 99 anni
Arno Stern, ebreo di origine tedesca, si definisce “trovatore” della Formulazione, quell’ espressione della Memoria Organica che lui stesso definisce come un bene prezioso che bisogna valorizzare, preservare e sviluppare. La memoria organica che conserva le registrazioni dei primi momenti della nostra vita della formazione e dello sviluppo del nostro organismo e delle sue funzioni ha un solo mezzo d’espressione: la Formulazione.
Il maestro, suo scopritore è però anche un combattente che fa campagna per salvare un’attitudine umana, purtroppo, troppo negletta: la spontaneità. E’ interessante, per ognuno, apprendere l’esistenza di questa manifestazione insospettata ma soprattutto è importante per tutti coloro che hanno dei bambini, o che ci lavorano, stimolarne la Formulazione.
Il grande Stern nasce a Kassel nel 1924 e dopo un’esperienza come educatore in un Istituto per Orfani di guerra, apre a Parigi nel 1949 un suo atelier di pittura per bambini (il Coslieu) dalla formula inedita e dall’allestimento completamente originale nel quale , da allora, il lavoro è continuo ed incessante. Nel 1986 fonda l’I.R.S.E. Istituto di Ricerca sulla Semiologia dell’Espressione. 
Closlieu infatti è il nome storico che Stern ha dato al suo primo atelier, un luogo dove è permesso a tutti dilettarsi nel gioco semplice e benefico del dipingere. Un luogo raccolto e protetto da giudizi estetici o interpretazioni dove l’ Espressione, intesa nella sua accezione originaria di "pressione verso l’esterno", fuori da processi intenzionali e da pretese artistiche, si manifesta solo grazie all’energia e all’armonia che regnano nel Closlieu stesso.
Un luogo di gioco dove tutti i bambini, dai 3 ai 99 anni, possono sperimentare la loro libertà rendendola fisica e presente. Il foglio viene fissato sul muro e il gioco comincia con pennelli e colori.
Dipingere diventa allora seguire il piacere della traccia, in un gioco nuovo e continuo senza giudizi né commenti sui dipinti, in un’ottica di totale sostegno e rispetto al servizio della crescita di ognuno di noi.
Venerdì 16 novembre, dunque, Arno Stern torna a Samarate nel Salone del Padiglione di fronte alla Biblioteca Comunale di via Borsi a partire dalle ore 20.45 con una conferenza sul tema “Il gioco del dipingere”.
La serata è organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Samarate. «Con vero piacere – commenta Roberta Ronca, responsabile del Closlieu di Samarate – ospitiamo di nuovo tra noi Arno Stern che già nel 2009 venne a Samarate per l‘ inaugurazione del nostro Spazio. Ci lusinga e ci rende orgogliosi il ritorno di questo grande uomo che a ben 88 anni ha ancora tanta forza e vigore nel diffondere una pratica, quella del disegno, forse comune, ma che nel Closlieu acquista sempre novità e grande spontaneità di espressione». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.