Processo in fattoria, salvi il pony e il maiale

Successo per l'ironica iniziativa organizzata dall’Assessorato alla Cultura in collaborazione con l’Università dell’Insubria

Domanda parzialmente accolta e pony e maiale sono salvi entrambi. Questa la sentenza del Giudice Giuseppe Buffone che ha ampiamente soddisfatto il numerosissimo pubblico del Processo in Fattoria”. L’iniziativa si è tenuta venerdi 23 novembre presso la Fattoria Pasquè di Casale Litta, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Casale Litta, in collaborazione con l’Università dell’Insubria.

I due avvocati Stefano Marcolini ed Elisabetta Panzarini, entrambi docenti presso la magistrale di Giurisprudenza Varese, si sono sfidati, offrendo un connubio di diritto e ironia che ha stregato il pubblico e spianato la strada agli interventi dei “periti”, dottor Andrea Maresca e dottoressa Eugenia Trotti, entrambi docenti dell’Insubria. Proiettando slide tecniche alternate a immagini divertenti di maiale e pony, volte a influenzare il Giudice, tentando di addolcirne la sentenza, hanno trasmesso messaggi importanti di corretta alimentazione e utilità del rapporto uomo-animale in chiave terapeutica. Improntate all’ironia la testimonianza del Fattore Francesco Rainero che, pur dichiarando di non aver problemi a macellare anche il pony purché si mangi, ha comunque confessato, incastrato dal giudice, di preferire di gran lunga una bella braciola di maiale, e la testimonianza della veterinaria locale, dottoressa Sabrina Terni, che ha ammesso di ricevere notte e giorno telefonate dal pony terrorizzato dall’idea di essere macellato. Ad amalgamare il tutto, dando anche ampio spazio agli interventi del pubblico, è stato il brillantissimo giovane Magistrato Giuseppe Buffone, che ha saputo valorizzare la simpatia di ogni testimone e ha offerto importanti nozioni per capire come funziona un processo.
La sentenza ha compiaciuto il pubblico ma, soprattutto, ha rasserenato il pony e il suino presenti in sala durante tutto il dibattimento.
Molto soddisfatto l’organizzatore della serata, l’Assessore alla Cultura di Casale Litta Giuseppe D’Aquaro, che ha sottolineato l’importante risposta di pubblico e la capacità di tutti i professionisti di mettersi in gioco, divertendo e trasmettendo messaggi importanti.
La serata si è conclusa con un concerto dei Lambrusco, cover band di Ligabue.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 26 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.