Tredici milioni per migliorare la sicurezza stradale

Consistente la riduzione degli incidenti: la regione è a un passo dalla diminuzione del 50% della mortalità stradale ma Varese è ancora distante

Sono tredici i milioni di euro che la Giunta regionale lombarda si appresta ad assegnare a Province e Comuni per la realizzazione di progetti per la sicurezza stradale.

Lo ha annunciato stamani l’assessore alla Polizia locale e Sicurezza Nazzareno Giovannelli, intervenendo, a Palazzo Marino, al convegno organizzato dall’Associazione vittime della strada ‘Dalla parte delle vittime della strada. Quali politiche urbane, locali e nazionali’.
 
La Lombardia ha già quasi raggiunto l’obiettivo europeo di ridurre la mortalità stradale del 50 per cento rispetto al 2001: -47,3 per cento. Dalle ultime elaborazioni risulta infatti che ben cinque province – Lodi (-68 per cento), Brescia (-55,7 per cento), Sondrio (-55,3 per cento) Monza e Brianza (-55,4 per cento) e Como (-52,1 per cento) – abbiano già raggiunto e superato il traguardo verso il quale anche tutte le altre stanno compiendo enormi passi avanti, facendo registrare una riduzione media complessiva del 47,3 per cento.
Gli stessi dati dicono inoltre che, nel primo decennio del 2000, sul territorio lombardo, vi è
stata una riduzione notevolissima anche degli incidenti, che sono passati da 51.744 a 39.322; quelli mortali da 1.074 a 565; la riduzione dell’indice di mortalità, dal 2,08 al 1.44; il
decremento dell’indice di gravità degli incidenti, dall’1,45 al 1,04.
 
IL DETTAGLIO – Di seguito, provincia per provincia, le variazioni (percentuali e cifre assolute) del numero di incidenti, di feriti e di morti dal 2001 al 2010.
 
BERGAMO
– incidenti: -5,3% (da 3.375 a 3.195)
– feriti: -6,5% (da 4.706 a 4.401)
– morti: – 44,3% (da 115 a 64)
 
BRESCIA
– incidenti: -18,1% (da 4.500 a 3.685)
– feriti: -19,1% (da 6.569 a 5.313)
– morti: -55,7% (da 185 a 82)
 
COMO
– incidenti: -26,5% (da 2.308 a 1.697)
– feriti: -28,1% (da 3.294 a 2.370)
– morti: -52,1% (da 48 a 23)
 
CREMONA
– incidenti: -22,6% (da 1.584 a 1.226)
– feriti: -24,2% (da 2.214 a 1.678)
– morti: -31,7% (da 63 a 43)
 
LECCO
– incidenti: -12,3% (da 1.232 a 1.080)
– feriti: -20,6% (da 1.770 a 1.406)
– morti: -46,9% (da 32 a 17)
 
LODI
– incidenti: -23,4% (da 723 a 554)
– feriti: -18,5% (da 1.064 a 867)
– morti: -68,4% (da 38 a 12)
 
MANTOVA
– incidenti: – 24,8% (da 1.739 a 1.308)
– feriti: -26,5% (da 2.418 a 1.778)
– morti: -48,8% (da 82 a 42)
 
MILANO
– incidenti: -33,2% (da 27.361 a 18.266)
– feriti: -34,5% (da 37.901 a 24.813)
– morti: -42,4% (da 245 a 141)
 
MONZA E BRIANZA
– incidenti: -24,9% (da 4.199 a 3.155)
– feriti: -31,6% (da 5.692 a 3.891)
– morti: -54,4% (da 57 a 26)
 
PAVIA
– incidenti: -19% (da 2.232 a 1.808)
– feriti: -20,1% (da 3.275 a 2.617)
– morti: -46,4% (da 97 a 52)
 
SONDRIO
– incidenti: -54,5% (da 954 a 434)
– feriti: -56,2% da (1.455 a 637)
– morti: -55,3% (da 38 a 17)
 
VARESE
– incidenti: -24,6% (da 3.864 a 2.914)
– feriti: -26,5% (da 5.493 a 4.035)
– morti: -37% (da 73 a 46)
 
TOTALE LOMBARDIA
– incidenti: -27,3% (da 54.071 a 39.322)
– feriti: -29,1% (da 75.851 a 53.806)
– morti: -47,3% (da 1.073 a 565)
 
TOTALE NAZIONALE
– incidenti: -19,6% (da 263.100 a 211.404)
– feriti: -18,9% (da 373.286 a 302.735)
– morti: -42,4% (da 7.096 a 4.090)
 
«Servono azioni mirate, per intervenire soprattutto nelle ore notturne e nei fine settimana – ha dichiarato l’assessore Giovannelli – per aumentare la tutela delle fasce deboli, (pedoni e i conducenti di veicoli a due ruote), per limitare la circolazione dei veicoli più vecchi e incidere sui punti critici delle infrastrutture. Ma è allo stesso tempo imprescindibile che chi si mette alla guida sappia che dalla sua prudenza, o imprudenza, dipende la vita dell’altro».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Novembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.