Asystel MC-Carnaghi salvata dal golden set

Villa Cortese rischia il disastro nel ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia: le biancoblu perdono per 3-0 a Modena, ma dominano il set di spareggio e tornano in final four dopo un anno di assenza

Tre set di paura e poi l’incredibile risurrezione: è un Villa Cortese oltre ogni definizione quello che si guadagna, nel modo più difficile che si potesse immaginare, la qualificazione alla final four di Coppa Italia. Un appuntamento al quale la MC-Carnaghi si ripresenta dopo due anni e in cui, come nel 2011, si troverà di fronte l’eterna rivale Busto Arsizio. Prima, però, c’è da metabolizzare il modo in cui è arrivato il passaggio del turno: dopo il 3-0 dell’andata, alle biancoblu sarebbe bastato vincere un set contro una squadra in piena emergenza (societaria e di formazione), e invece la squadra di Caprara ha concesso a Modena la possibilità di ribaltare clamorosamente il risultato, tra l’altro senza mai mettere il punteggio in discussione. A quel punto la finale poteva apparire un miraggio, ma nel set di spareggio la bilancia si è spostata improvvisamente dalla parte di Villa, rivitalizzata dagli ingressi di Mojica e Folie che, con una serie di muri, hanno propiziato l’ennesimo ribaltone. Incisiva a muro anche Caterina Bosetti che, però, incappa in una serata negativa in attacco, un po’ come tutta la squadra; male anche la ricezione, in particolare nel secondo set. Alla fine, comunque, arriva unn altro risultato agganciato per il rotto della cuffia (dopo il ripescaggio in Champions) che conferma l’allergia delle cortesine alle sfide da dentro-fuori, ma paradossalmente fa anche sperare i tifosi biancoblu: con questa squadra è davvero tutto possibile.

LA PARTITA – Sorpresa in avvio nella formazione di Modena, che a differenza di quanto annunciato non recupera Aguero, ma in compenso manda in campo per la prima volta in questa stagione Harmotto. In panchina invece Folie nelle file di Villa Cortese.
L’avvio di gara, equilibratissimo, dimostra subito che Modena non ha alcuna intenzione di arrendersi facilmente: dopo l’ace del 2-3 di Klineman, Brussa sigla il 6-4 e Spasojevic a muro 8-7. Altri due muri, stavolta di Barazza, siglano il primo break significativo a favore dell’Assicuratrice Milanese (11-8), ma Villa si riporta sotto con Veljkovic e pareggia i conti con Bosetti sul 13-13. Sono comunque sempre le padrone di casa a tenere in mano il pallino del gioco: Spasojevic va ancora a segno per il 18-15. Caprara ricorre ai cambi e proprio un ace di Malagurski tiene in corsa la MC-Carnaghi (19-18), che però subisce il 24-22 di Barazza e, dopo aver annullato un set point, si affossa da sola con l’errore in battuta di Garzaro.

Primo set perso ma la qualificazione è ancora pienamente alla portata: nel secondo set, con Folie in campo al posto di Garzaro, è però ancora Modena a partire meglio grazie alla solita Spasojevic (8-5). Barazza mette giù il pallone del 10-6, Klineman e Barun provano a ricucire con battuta e muro (11-10, 14-13) ma appena può l’Assicuratrice Milanese si stacca di nuovo con Harmotto per il 17-13. È questo il break decisivo, perché Folie sbaglia la battuta del 20-16 e Barazza e Harmotto portano le padrone di casa sul 24-20; Bosetti annulla due chance, poi Valeriano fa 25-22.
Nel terzo set Mojica sostituisce Rondon, e le ospiti sembrano finalmente determinate a reagire: 1-3 di Folie e Klineman, 5-8 sempre grazie ai punti dell’americana. Invece Modena non molla, pareggia con la battuta di Spasojevic (9-9) e si riporta avanti sul 12-11. Dal 13-14 arriva il break che decide tutto: servizi di Harmotto (un ace), muri di Glass e Spasojevic e attacco di Barazza per un parziale di 5-0. Villa non reagisce più, Spasojevic fa 20-15 e si procura ben 6 match point prima che un errore in attacco delle ospiti completi l’incredibile rimonta.

IL GOLDEN SET – A questo punto l’inerzia della partita è tutta dalla parte di Modena, e invece l’inizio è quello che non ti aspetti: subito un errore delle padrone di casa, poi tre muri consecutivi di Folie (due su Spasojevic e uno su Barazza) per lo 0-4. Tutto è ancora possibile, ma Mojica colpisce a sua volta a muro, e Klineman e Bosetti completano un “parzialone” per il 2-11. Il vento è cambiato e Villa stavolta può gestire agevolmente il vantaggio: 3-12 di Barun, 4-14 su battuta sbagliata da Brussa e un errore in attacco di Valeriano chiude definitivamente l’incontro.

Assicuratrice Milanese Modena-Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese 3-0 (25-23, 25-22, 25-20), 4-15 al golden set
Modena: Croce (L), Valeriano 8 (+1 nel golden set), Paggi ne, Glass 1, Barazza 12 (2), Spasojevic 13 (1), Brussa 8 (1), Aguero ne, Harmotto 14, Scarabelli ne. All. Cuello.
Villa C.: Malagurski 2, Viganò 1, Mojica 3 (1), Klineman 15 (2), Folie 3 (3), Veljkovic 5, Garzaro, Barun 13 (2), C.Bosetti 8 (1), Parrocchiale (L), Rondon 1. All. Caprara.
Arbitri: Gianni Bartolini e Simone Santi.
Note: Spettatori 2381. Modena: battute vincenti 2, battute sbagliate 8 (2), attacco 47%, ricezione 56%-29%, muri 8 (1), errori 14 (3). Villa: battute vincenti 6, battute sbagliate 7, attacco 36%, ricezione 64%-33%, muri 9 (4), errori 19.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.