Busto nel gelo di Schwerin, Villa fa un regalo ai tifosi

Scattano i playoff di Champions League: Unendo Yamamay di scena mercoledì 16 sul campo delle tedesche, giovedì tocca alla MC-Carnaghi in casa contro l’Eczacibasi. Ritorno tra una settimana

Emozioni e brividi dei quarti di finale di Coppa Italia – fin troppi – sono già in un cassetto: adesso per Busto Arsizio e Villa Cortese è tempo di concentrarsi su un altro snodo chiave della stagione, i playoff a 12 di Champions League che potrebbero proiettare le due squadre nell’olimpo del volley europeo. Certo, le condizioni di partenza sono ben diverse: la Unendo Yamamay parte favorita contro le ben note tedesche dello Schweriner, forse l’avversaria più morbida del lotto, mentre l’Asystel MC-Carnaghi (qualificatasi solo grazie al ripescaggio) dovrà compiere un’impresa memorabile per battere l’Eczacibasi. Anche per questo la società sta cercando in ogni modo di incentivare l’afflusso di pubblico per la gara interna del PalaBorsani, in calendario giovedì 17 gennaio alle 20.30; le bustocche, invece, saranno di scena in trasferta mercoledì 16 alle 19, sempre in diretta su Sportitalia. L’astruso regolamento CEV toglie parecchio fascino alla gara d’andata – basta infatti vincere al ritorno, con qualsiasi punteggio, per ribaltarne il verdetto e andare al golden set – ma resta vitale arrivare con il morale alto al match decisivo, in programma per entrambe il 24 gennaio.
Le altre sfide dei playoff, tutte concentrate al mercoledì, sono Cannes-Rabita Baku, Dinamo Mosca-Dinamo Kazan, Atom Sopot-Vakif Istanbul (da cui uscirà l’eventuale avversaria di Villa) e Azerrail-Lokomotiv Baku (dalla parte di Busto). Su 12 squadre partecipanti, più il Galatasaray che ospiterà la final four, ben 8 allenatori sono italiani: una bella rivincita per la nostra pallavolo tanto bistrattata.

QUI BUSTO – Terza volta a Schwerin nel giro di tre anni: la Unendo Yamamay è ormai di casa nella fredda cittadina all’estremo Nord della Germania (nella foto), questa volta più fredda che mai, dato che siamo a gennaio e le temperature massime si aggirano sui -3 gradi. Arrivate a destinazione già nel pomeriggio di martedì, le bustocche si sono stabilite nel medesimo hotel utilizzato nel 2010 e nel 2012: inutile sottolineare la rilevanza scaramantica della scelta, visto che in entrambi i casi il doppio scontro fu propedeutico alla vittoria della Coppa CEV. Anche il campo di gioco, l’Arena Schwerin, è lo stesso dello scorso anno: nuovissimo e di dimensioni più ridotte rispetto al mega-impianto utilizzato tre stagioni fa, è tra i fattori che fanno più paura a Carlo Parisi in vista della sfida di mercoledì. “Hanno un pubblico caldo che sostiene la squadra alla grande – sottolinea infatti il coach biancorosso – giocare da loro non è facile”. L’altro motivo di preoccupazione sono i soliti palloni Mikasa, ben diversi dai Molten utilizzati in campionato: “Ci creano ancora problemi in ricezione – ammette Parisi – anche se partiamo da una base molto buona”. I timori sono giustificati soprattutto in virtù della presenza di Denise Hanke, che già nel 2010 si era fatta conoscere dai tifosi bustocchi con le sue micidiali battute e recentemente ha addirittura messo a segno 10 ace in una sola partita, il derby contro Amburgo (in Champions si era “fermata” a 9 contro Urbino). Per il resto, però, l’abbinamento resta sulla carta agevole: la squadra tedesca è molto cambiata anche rispetto alla scorsa stagione, conservando oltre ad Hanke solo 4 giocatrici, tra cui il libero Thomsen e l’olandese Buijs. Nella Unendo Yamamay mancherà Carli Lloyd, sostituita questa volta da Vittoria Prandi, mentre Kozuch e Brinker sono pronte al ritorno a casa: “Giocare in Germania è sempre un po’ speciale” dice l’opposto della Futura.
Ultima nota relativa al campionato: già esauriti, a 5 giorni dalla gara, i biglietti per il big match casalingo con Bergamo di domenica 20.

Schweriner SC-Unendo Yamamay Busto Arsizio
Schwerin: 1 Thomsen (L), 2 Joachim, 3 Steenbergen, 4 Hatinova, 5 Souza, 6 Stein, 8 Tiele Martins, 9 Offer, 10 Hanke, 11 A.Buijs, 12 Brandt, 13 Völker. All. T.Buijs.
Busto A.: 1 Faucette, 4 Brinker, 5 Prandi, 6 Leonardi (L), 7 Marcon, 8 Bauer, 10 Kozuch, 11 Lombardo, 13 Arrighetti, 14 Caracuta, 17 Pisani, 18 Bisconti. All. Parisi.
Arbitri: Rodriguez Jativa (Spagna) e Miklosic (Slovenia).

QUI VILLA – I momenti di puro terrore (sportivo) vissuti dall’Asystel MC-Carnaghi a Modena, dove si è rischiata la clamorosa eliminazione dalla Coppa Italia, sono il discutibile viatico che accompagna le biancoblu verso un altro momento che può segnare la storia di questa annata. Lo sa bene la società, che aveva provato inutilmente a rinviare la partita del 20 gennaio contro Chieri (ottenendo un secco diniego della Lega) proprio per preparare al meglio la doppia sfida di Champions; e sempre il sodalizio cortesino le sta provando tutte per presentare al PalaBorsani una cornice degna dell’appuntamento europeo, fissando il prezzo dei biglietti a soli 5 euro e offrendo l’ingresso gratuito a tutti gli abbonati. Quest’ultima mossa è anche un modo per ripagare i fedelissimi biancoblu della cancellazione di una partita di campionato, dovuta al ritiro di Crema: “Non dipende da noi, ma sentivamo di avere un obbligo morale” dice il presidente Giorgio Barlocco. Quello che accadrà in campo, ovviamente, è altra cosa: non c’è dubbio che tra le due contendenti la favorita sia la corazzata Eczacibasi, forte di campionesse come Sokolova, Poljak e Darnel accanto alle ben note Senna Usic e Gümüs, tutte orchestrate dall’esperta Özge Kirdar-Cemberci. La squadra allenata da Lorenzo Micelli, già incrociata dalla MC-Carnaghi nella scorsa stagione, ha un po’ stentato a inizio anno, ma nelle ultime settimane sembra aver trovato il ritmo giusto e resta tra le formazioni in pole per la conquista della Champions; Villa Cortese deve sperare nell’effetto sorpresa e nella vena di Bosetti e Klineman, ricordando il precedente della sfida dello scorso anno con la Dinamo Mosca, sulla carta proibitiva ma terminata con un successo trionfale.

Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese-Eczacibasi Vitra Istanbul
Villa C.: 1 Malagurski, 2 Viganò, 3 Mojica, 4 Nomikou, 5 Klineman, 7 Folie, 9 Veljkovic, 12 Garzaro, 13 Barun, 14 Bosetti, 15 Parrocchiale (L), 17 Rondon, 18 Sylla. All. Caprara.
Eczacibasi: 1 Usic, 2 Kuzubasioglu (L), 4 Petrovic, 5 Sokolova, 7 Kayacan (L), 8 Karakoyun, 9 Cansu, 10 Kirdar Cemberci, 12 Gümüs, 14 Yilmaz, 17 Darnel, 18 Poljak. All. Micelli.
Arbitri: Isajlovic (Austria) e Evgeniou (Cipro).

Playoff a 12
Racing Club Cannes-Rabita Baku mer 16/1 ore 20.30 (ritorno gio 24/1 ore 14)
Dinamo Mosca-Dinamo Kazan mer 16/1 ore 17.30 (ritorno mer 23/1 ore 16)
Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese-Eczacibasi Vitra Istanbul gio 17/1 ore 20.30 (ritorno gio 24/1 ore 15.30)
Atom Trefl Sopot-Vakifbank Istanbul mer 16/1 ore 18 (ritorno gio 24/1 ore 18.30)
Schweriner SC-Unendo Yamamay Busto Arsizio mer 16/1 ore 19 (ritorno gio 24/1 ore 20.30)
Azerrail Baku-Lokomotiv Baku mer 16/1 ore 15 (ritorno mer 23/1 ore 15)

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.