“Così è se vi pare”, in scena il classico pirandelliano

Per la regia di Michele Placido è in programma mercoledì 9 e giovedì 10 gennaio alle 20,30 al Teatro di Locarno. In scena Giuliana Lojodice, Pino Micol e Luciano Virgilio

Una delle opere più famose di Luigi Pirandello, “Così è se vi pare”, per la regia di Michele Placido è in programma mercoledì 9 e giovedì 10 gennaio alle 20,30 al Teatro di Locarno. In scena Giuliana Lojodice, Pino Micol e Luciano Virgilio. L’appuntamento è inserito nel cartellone della stagione teatrale 2012/2013 promossa dal Comitato Amici del Teatro di Locarno. Pur trattandosi di una delle opere più rappresentate dell’autore siciliano, “Cosi è se vi pare” non è mai andata in scena nel teatro locarnese. Spettacolo atteso con un tris di stagionati protagonisti di razza (anzi, un poker se si considera anche la regia di Michele Placido, che torna al teatro e a Pirandello, dopo altri lunghi percorsi cinematografici e
televisivi). In scena anche: Alessio Di Clemente, Manuela Muni, Erika D’Ambrosio, Vittorio Ciorcalo, Marta Nuti, Franco Mirabella, Paola Sambo, Marco Trebian, Fabio Angeloni. Definita da Pirandello “parabola in tre atti”, Così è (se vi pare) è una satira filosofica, sapientemente concepita, svolta in modo leggero e divertito, che evidenzia il malsano desiderio di conoscere i fatti altrui, ma soprattutto come la verità, qualunque verità, sia sempre contraddittoria e inconoscibile, e ci mostra così l’incapacità umana a cogliere con mano ferma la sostanza delle cose. Placido, sapendo di poter contare su tre «mostri» capaci di tutto, spinge la messinscena verso una realtà italiana e provinciale che si tinge di
grottesco Laudisi, fratello della padrona di casa (un superbo Virgilio), ridacchia da lontano sulla pochezza delle aspirazioni del gruppo. Lojodice (grande Frola che accetta d’esser vittima non senza combattere, e solo per propria scelta) arringa i persecutori come poche volte si è visto relativamente al personaggio. Micol disegna infine un Ponza che entra ed esce dalla presunta pazzia, personale o altrui, con la disinvoltura e la bravura di un mattatore accademico. La critica ha scritto : “ll pubblico segue lo spettacolo con il fiato sospeso. Vive il thriller, ma nello stesso tempo assapora e comprende Pirandello, le sue pieghe e le sue piaghe, il suo cercare bandoli archetipici e scandalosi nel fondo dei cuori e dei cervelli”. Per maggiori informazioni e prenotazioni dei biglietti rivolgersi allo sportello dell’Ente Turistico Lago Maggiore, Largo Zorzi 1, 6600 Locarno (tel 091/759.76.60). 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.