La Pro Patria viene bloccata a Savona: 0-0

Buona prova dei ragazzi di Firicano, che non trovano però la via della rete, anche per i numerosi interventi del portiere savonese Aresti, che ha salvato a più riprese la propria porta. Con una vittoria nel recupero di Monza la Pro sarebbe prima da sola

Termina senza reti il big match tra Savona e Pro Patria al “Bacigalupo”. È stata una gara, al contrario di quanto dice il risultato finale di 0-0, vivace e ben giocata, soprattutto dalla squadra di Firicano, che non è riuscita a trovare la via del gol anche perché di fronte si è trovata un portiere paratutto; il numero uno savonese, di fatti, ha salvato la propria porta in almeno quattro occasioni lasciando gli attaccanti tigrotti a bocca asciutta. Risultato agrodolce per la Pro, che da una parte ha la possibilità, vincendo a Monza nel recupero, di passare al primo posto, ma dall’altro sancisce il favore negli scontri diretti ai liguri, condizione da non sottovalutare in caso di arrivo in volata. Va in ogni caso fatto un applauso a Serafini e compagni che, nonostante la difficile settimana, hanno saputo tirare fuori l’orgoglio e andare a fare la partita in casa della, forse momentanea, prima in classifica.
 
FISCHIO D’INIZIO – Dopo la movimentata settimana dopo i brutti fatti successi nell’amichevole con il Milan, la Pro, che non ha colpe per l’accaduto, si appresta a giocare il big match di Savona che decreterà chi sarà la prima in classifica. Mister Aldo Firicano ha un solo indisponibile, Vignali, e conferma il 4-3-1-2 con cui ha giocato le ultime partite, con Viviani mezzala sinistra, Giannone fantasista e la coppia formata da Serafini e Cozzolino in avanti. Il bomber campano vuole farsi perdonare l’espulsione ingenua rimediata nella gara di andata persa 2-0 allo “Speroni”. L’allenatore dei liguri, Ninni Corda, non potrà contare su Gentile e Scotto, due pedine importanti che sono in fortunati e non potranno essere della gara. Nel 4-4-2 savonese il terzino sinistro è Marco Taino, classe 1993 prodotto della Pro, ceduto questa estate ai biancoblu liguri. 
 
IL PRIMO TEMPO – Pronti, via e Cozzolino dimostra a Taino il proprio valore, con il difensore che riceve il cartellino giallo già al 2’ per una trattenuta. Dalla punizione Giannone prova il tiro a giro, ma Aresti salva respingendo con i pugni. La gara è da subito vivace e ricca di occasioni; al 5’ Virdis controlla in area, ma calcia a lato senza impensierire Sala, ma al 15’ esce la Pro, che ci prova prima con Cozzolino e poi con Serafini, ma in entrambi i casi, il numero uno ligure Aresti si salva parando alla grande. Al 23’ Corda sostituisce Taino con Belfiore: il difensore di scuola bustocca ha sofferto troppo l’estro di Cozzolino. Nonostante il cambio in difesa, la Pro continua ad attaccare a testa bassa, ma al 33’ si un rapido ribaltamento di fronte Sala si disimpegna benissimo su Virdis, evitando una punizione troppo severa per i tigrotti. Sul finale di tempo è però ancora decisivo Aresti, che si oppone un’altra volta a Cozzolino, salvando ancora il risultato e facendo andare le due squadre all’intervallo sullo 0-0..
 
LA RIPRESA – Parte forte anche nel secondo tempo la Pro Patria, che al 5’ spreca una grande occasione con Cozzolino, che di testa da ottima posizione manda alto un cross preciso di Bonfanti. Al 10’ Bruccini prova la soluzione dalla distanza, ma la palla, deviata da un difensore ligure, sfiora il palo e termina in angolo. La Pro continua a fare la partita, spinge con molti uomini, ma non trova la via della rete. Anche in difesa i ragazzi di Firicano si dimostrano all’altezza, sventando senza correre rischi le avanzate dei savonese. Firicano prova a cambiare qualcosa: fuori Giannone e Cozzolino, dentro Artaria e Falomi, ma il più pericoloso è Polverini, che al 26’ sfiora la rete con un colpo di testa su calcio d’angolo battuto da Bruccini che esce a lato di una manciata di centimetri. Al 32’ Bonfanti, autore di una prova positiva, si porta ancora sul fondo e crossa in area per Viviani, che però non riesce ad arrivare sul pallone per un soffio, non riuscendo a concretizzare un’altra occasione d’oro. Nel finale le squadre si allungano, ma di occasioni da gol degne di nota non ne arrivano più, con le formazioni stanche e attente a non concedere spazi all’avversaria. Anche dopo i cinque minuti di recupero le porte rimangono inviolate con Savona e Pro Patria si portano a casa un punto a testa, accontenta meno Serafini e compagni, che con una vittoria sul Monza nel recupero avrebbero però l’opportunità di scavalcare i savonesi e il Castiglione portandosi al primo posto da soli in classifica. 
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.