Tetto in amianto? Va comunicato alla Asl entro fine gennaio

Si tratta di una disposizione di Regione Lombardia. Molti comuni hanno pubblicato i documenti da compilare sui proprio siti

Se avete un tetto, una copertura o materiali contenenti amianto dovete comunicarlo alla vostra ASL di riferimento entro fine gennaio. Il censimento dell’amianto è stato deciso da Regione Lombardia che nel 2012 ha aggiornato una legge risalente al 2003. (Il testo della legge del 2012)
I soggetti pubblici e i privati proprietari sono quindi tenuti, entro il 31 gennaio, a comunicare tale presenza all’ASL competente per territorio per edifici, impianti o luoghi nei quali vi è presenza di amianto o di materiali contenenti amianto. La mancata comunicazione compoterà una multa variabile da 150 a 1.500 euro. Le sanzioni verranno applicate a partire dall’ 1 febbario. 
Molti comuni della nostra provincia hanno provveduto a pubblicare sulle loro bacheche e sui siti l’avviso e i moduli. 
Completato il censimento, il passo successivo sarà l’eliminazione dell’amianto, sotto qualsiasi forma, presente negli ambienti di vita e di lavoro del territorio lombardo. Tutto questo entro il 31 dicembre 2015.


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.