Quintino Magarò condannato a tre anni per truffa

La sentenza di primo grado con rito abbreviato è arrivata questa mattina. L'ex-direttore della coop. Primavera e consigliere comunale è stato ritenuto colpevole di truffa agli enti previdenziali e associazione a delinquere

Quintino Magarò è stato condannato a tre anni di reclusione per truffa ai danni degli istituti previdenziali e per associazione a delinquere. La sentenza del processo di primo grado con rito abbreviato è arrivata alle 13 di oggi, giovedì, da parte del giudice per l’udienza preliminare Luca Labianca che ha accolto la tesi del pubblico ministero Roberta Colangelo la quale, però, aveva chiesto 3 anni e 8 mesi. L’ex-direttore della cooperativa Primavera e consigliere comunale è considerato il dominus di una complessa vicenda che ha visto coinvolti centinaia di dipendenti della società ai quali non venivano versati i contributi previdenziali su un imponibile di 1,3 milioni di euro e parte dello stipendio per un totale di oltre 500 mila euro.

Non ha convinto il giudice la tesi dell’avvocato Alberto Arrigoni, difensore di Magarò, il quale aveva chiesto la derubricazione del reato di truffa ad evasione contributiva e l’assoluzione per l’associazione a delinquere: «Sappiamo bene quali siano i ritardi nei pagamenti da parte delle Pubbliche Amministrazioni – ha sostenuto la difesa – ed è per questo che la cooperativa, impegnata in numerosi appalti pubblici, non riusciva a pagare parte degli stipendi e i contributi». La vicenda della cooperativa Primavera, comunque, non si conclude con questa condanna in quanto devono essere ancora giudicati l’ex-presidente Claudio Marelli, l’ex-amministratore unico Riccardo Macchi e l’a.d. di Ser.Coop Nicola Abalsamo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Aprile 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.