L’estate decisiva per l’Agenzia del Turismo

La direttrice Paola Dalla Chiesa traccia un bilancio dei primi quattro anni di vita dell'ente: tra risultati, partnership e incognite per il futuro

«Il maltempo dei giorni scorsi non ci ha aiutato, tuttavia abbiamo ancora molte attività in cantiere e possiamo dire che sarà un’estate di grande fermento». La stagione 2013 rappresenta un giro di boa importante per l’Agenzia del Turismo: a bilancio ci sono i risultati di questi primi quattro anni ma anche l’incognita riguardo al futuro dell’organizzazione, direttamente collegato a quello, altrettanto incerto, della Provincia di Varese. La direttrice dell’ente, Paola Della Chiesa, è tuttavia fiduciosa: «In questi anni abbiamo creato una rete solida basata sui contatti e sulle collaborazioni: abbiamo allacciato alcune partnership con aziende private interessate a promuovere il territorio come Elmec, Tigros, Rossi d’Angera, Borgo di Mustonate. E sempre guardando al futuro abbiamo creato dei ponti con i nostri vicini come le province di confine ma anche con il Canton Ticino e la comunità di lavoro della Regio Insubrica. Questo non risolve il problema della continuità ma ci dà delle prosepettive: non siamo nelle condizioni di dire che cosa succederà all’Agenzia dopo l’abolizione delle province, crediamo però che sia nell’interesse di tutto il territorio mantenere e valorizzare ciò che abbiamo fatto fino ad oggi». L’investimento in questo progetto, da parte degli enti pubblici coinvolti, è stato in effetti massiccio: dapprima ha visto impegnate Provincia e Camera di Commercio (con una quota costitutiva di 500mila euro ciascuno) e successivamente soltanto Villa Recalcati (che ne ha acquisito l’intera proprietà). 

L’Agenzia, fondata per rilanciare il turismo nel Varesotto, si è data nel tempo obiettivi diversi, primo fra tutti quello di convincere i visitatori da "toccata e fuga" a trattenersi qualche giorno in più sul territorio. «Non solo per ammirare i paesaggi – precisa Paola Della Chiesa – ma per passare il tempo in modo attivo e sempre in un ottica green di sostenibilità e di rispetto dell’ambiente». Con una festa a Santa Caterina del Sasso l’agenzia ha ufficialmente inaugurato l’inizio della stagione turistica: «Di carne al fuoco ne abbiamo davvero tanta: si va dal lago di Varese che siamo riusciti a far rivivere grazie alla pista ciclabile, al canottaggio e al recente progetto per la navigazione, alle spiagge del Verbano dove abbiamo investito in termini di sicurezza con la presenza di bagnini e attrezzature di salvataggio. Restano poi i nostri gioielli, come il Monastero di Cairate o Santa Caterina del Sasso dove abbiamo di recente inaugurato un percorso nel verde e un parco giochi. Stiamo infine lavorando per promuovere gli itinerari "al chiuso": i luoghi storici, religiosi, artistici e i musei. A questo si aggiungono alcune soluzioni divertenti come le "riciclette", da noleggiare, i soggiorni negli agriturismi e le degustazioni dei prodotti tipici. Il tutto, ricordo, in una logica di sostenibilità». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Giugno 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.