Le “città intelligenti” danno il via a Terra, Arte e Radici

Ha preso il via la dodicesima edizione del festival con una tavola rotonda dedicata alla “smart city”, tema che caratterizzerà l’intera edizione del festival. “Sono le città intelligenti che ci salveranno”, spiega Daniela Aliverti, presidente di Aleph

E’ stata una tavola rotonda dedicata al tema delle smart city a segnare l’avvio della nuova edizione di Terra Arte e Radici. All’interno della cornice del Museo MA*GA di Gallarate la presidente dell’associazione Aleph, Daniela Aliverti, ha dato avvio al ciclo di 74 incontri che caratterizzeranno questa dodicesima edizione. «Parliamo di smart city -spiega Daniela Aliverti- perchè per mantenere il nostro tenore di vita anche in futuro dovremo diventare necessariamente più intelligenti: consumare meno e farlo meglio». Ma se da un lato questo è un bisogno necessario, dall’altro «solo una persona su 5 ha mai sentito parlare di smart city» e sarà anche per questo motivo che quello delle città intelligenti sarà il filo conduttore di tutta questa edizione.

Nella tavola rotonda moderata da Maurizio Melis, giornalista scientifico Radio 24 si sono confrontati Andrea Mochi Sismondi, Direttore operativo di Smart City Exibition, Mauro Mezzenzana del Lab#ID Università Cattaneo di Castellanza, Marco Giovannelli, Direttore di Varesenews e fondatore di GlocalNews, il festival di giornalismo digitale, e Antonio Cardelli dell’associazione Borghi autentici d’Italia. Una lunga chiacchierata con numerosi interventi del pubblico per mostrare come «per iniziare a ragionare di città intelligenti bisogna partire dalle piccole cose, dai piccoli progetti». E questo è proprio quello che nei prossimi due mesi cercherà di fare l’associazione Aleph.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 aprile 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore