Lite in cortile, 32enne ferito al volto

Degenera la discussione tra tre persone in un cortile di via Castiglioni. L'uomo non è grave e ha riportato ferite da taglio. Intervengono i carabinieri ma non è stata trovata nessuna arma

La lite in cortile finisce con un uomo di circa 32 anni in ospedale, con diverse ferite alla testa, per fortuna non gravi, provocate da un’arma da taglio.
Tutto è accaduto in un piccolo cortile di via Castiglioni, alle 10.30 di mercoledì mattina, quando tre persone hanno iniziato a discutere per motivi che devono essere ancora accertati.
A un certo punto la discussione degenera, i tre arrivano a usare le mani e uno di loro, tutti di origine nordafricana e in possesso di regolare permesso di soggiorno, viene ferito alla testa. Qualcuno chiama i soccorsi del 118. Arrivano anche i carabinieri.
Il 32enne ferito viene portato in ospedale: ha riportato ferite alla guancia e alla nuca, secondo il referto provocate da un’arma da taglio. Ma i carabinieri non hanno trovato nessun coltello o simile nelle vicinanze. Per ora non ci sono denunce ma non è escluso vengano presentate nelle prossime ore. Il 32enne è stato dimesso e giudicato guaribile in 10 giorni. 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Aprile 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.