“Mogherini agli esteri Ue, un riconoscimento per l’Italia”

L'onorevole Maria Chiara Gadda: soddisfazione per Federica Mogherini alla guida della politica estera. I governi socialisti l'hanno sostenuta con compattezza

"La nomina dell’onorevole Federica Mogherini (foto) a nuovo Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica estera e primo vice presidente della Commissione UE è un’ottima notizia per l’Europa e per l’Italia. Un esponente del nostro paese ottiene uno degli incarichi più prestigiosi all’interno delle istituzioni comunitarie, rafforzando così la credibilità e l’autorevolezza dell’Italia all’interno dell’Unione europea", rimarca l’onorevole Maria Chiara Gadda, deputata del Pd varesino".

"La nomina proposta dal governo Renzi per uno dei due incarichi apicali discussi al Consiglio Europeo di oggi è stata condivisa all’unanimità dai 28 capi di stato e di governo dei paesi membri UE. La nomina del nostro ministro degli Esteri, insieme al nuovo presidente del Consiglio Europeo, il premier polacco Donald Tusk, è stato un bel segnale di compattezza lanciato dall’Europa dopo una lunga discussione. Federica Mogherini ottiene così un incarico di grande responsabilità, reso ancora più rilevante dallo scenario internazionale attuale. I conflitti che si stanno svolgendo ai confini dell’UE rimarcano come ci sia bisogno di un maggior peso politico dell’Europa. L’UE deve essere più attiva in particolare nei nostri confini, ad Est, nel Medio oriente così come nel Mediterraneo".

IMMIGRAZIONE
"Maggior attenzione verso l’area del Mediterraneo significa anche nuove e più condivise politiche di gestione dell’immigrazione e dell’accoglienza, di cui tutta l’Unione è chiamata a farsi carico. Il nostro ministro degli Esteri porterà a Bruxelles la carica di innovazione e rinnovamento che ha espresso in questi mesi il governo Renzi. La nomina più importante ottenuta dal Pse è stata attribuita ad una giovane ma già autorevole esponente del Partito Democratico, un motivo di soddisfazione per chi milita nella formazione più importante del centrosinistra europeo. Il grande successo ottenuto alle ultime elezioni europee ha consegnato al PD una nuova responsabilità, un peso sempre maggiore nel Pse. La compattezza dei governi socialisti sulla nomina della Mogherini a Mrs Pesc è un segnale incoraggiante anche in vista del necessario cambio di direzione delle politiche economiche europee. Gli ultimi dati su deflazione e crescita del Pil confermano come l’austerità perseguita in questi anni debba essere corretta, e vista la collegialità delle decisioni della Commissione, sono sicura che la nuova vice presidente Mogherini saprà dare un importante contributo anche in questo ambito" conclude Maria Chiara Gadda (foto sotto).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Agosto 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.