Di Stefano: “Voltiamo pagina in fretta”

il mister del Varese cerca di analizzare la sconfitta di Carpi. Castori ammette: "Mi aspettavo un Varese differente"

Il Varese subisce una bella batosta a Carpi, uscendo sconfitto 4-2 dalla squadra di mister Fabrizio Castori. Dopo il primo tempo buono di Neto e compagni, che sono andati negli spogliatoi avanti 2-1, nella ripresa i padroni di casa hanno ribaltato il risultato mettendo a segno tre reti nel giro di 11’. In sala stampa si presenta mister Olviero di Stefano, che cerca di considerare gli aspetti positivi : «Il Carpi sapevamo che era una squadra aggressiva con dei valori importanti. Nel primo tempo ce la siamo giocata bene, andando anche in vantaggio. Guardiamo gli aspetti positivi: sono stati importanti gli esordi di Petkovic, Scapinello e Cornacchia. Crediamo nel nostro lavoro, non eravamo dei fenomeni dopo la vittoria con l’Entella, non siamo dei brocchi oggi. Il nostro progetto è far crescere i nostri giovani e anche in questa direzione dobbiamo vedere le sostituzioni con l’ingresso dei due giovani. Questo non deve essere un aspetto negativo, ma una valorizzazione del nostro lavoro. Dobbiamo essere bravi a voltare pagina in fretta e continuare a migliorarci in allenamento preparando al meglio la prossima sfida».
 
Esce invece vincitore il tecnico del Carpi Fabrizio Castori, ex della sfida, che fa i complimenti ai suoi giocatori: «Sicuramente abbiamo fatto un’ottima gara giocando per novanta minuti con grande grinta e ritmo. Siamo partiti un po’ molli e il Varese ha fatto due gol bellissimi. Alla fine del primo tempo ho chiesto ai ragazzi di aumentare l’intensità e riuscendoci abbiamo ribaltando la partita, facendo una grande fatica anche per il grande caldo. Alzando il pressing a centrocampo abbiamo ottenuto buone trame. Sinceramente mi aspettavo un ritmo più alto del Varese. Hanno sofferto tanto la nostra aggressività; ma la qualità è tanta e hanno estratto dal cilindro dei bei gol, magari anche immeritati oggi».
 
Neto Pereira ha siglato un gran gol di testa inutile purtroppo ai fini del risultato. Il suo commento a fine partita non può però essere positivo: «Il Carpi è stato più cattivo e concreto di noi. Anche nei gol sono andati più decisi e cattivi. Ci servirà da lezione per le prossime partite, prenderemo in esame le cose positive e negative e cercheremo di portare a casa la prossima partita. In quei dieci minuti del secondo tempo ci è mancata la concretezza e la determinazione; non deve succedere più. Petkovic è un giocatore di grandissima qualità, sicuramente dobbiamo conoscerci meglio, ma si vede che è in gamba e può darci una mano in campionato».
 
Pochi minuti per Manuele Blasi in campo, ma prova comunque a spiegare questa sconfitta: «Sapevamo che il Carpi faceva della grinta e dell’agonismo le sue doti migliori. Siamo stati meno brillanti del solito, ma siamo all’inizio del campionato e anche se perdere dispiace, le sconfitte aiutano a migliorare e così dovremo fare. Evidentemente oggi abbiamo sbagliato in alcuni aspetti tattici, ma starà al mister giudicare questi aspetti e spiegarci come non subirne più. Spero che non sia questa partita a fare cambiare idea ai tifosi»
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 07 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.