Oliveira guarda avanti: “Il nostro campionato inizia mercoledì”

Il mister della Pro Patria analizza la sconfitta di Pavia cercando di trovare gli errori. Serafini: "Dobbiamo giocare con maggiore personalità"

La Pro Patria perde 5-3 a Pavia e Mister Oliveira al termine della gara ammette che di lavoro ce n’è tanto da fare per questa squadra: «Sapevamo che il Pavia giocavano molto bene a centrocampo e rasoterra. Mercoledì giocheremo contro una squadra che ha riposato e sarà ancora più difficile perché avremo di fronte dei giocatori freschi. Il nostro campionato però inizierà mercoledì. Io devo spremere fino al sangue i miei giocatori. Taino ha fatto cose molto importanti. Io comunque ci metto sempre la faccia perché sono l’allenatore di questi ragazzi, ma posso dirvi che negli spogliatoi ho fatto loro una strigliata. Loro devono camminare come voglio io, non come dicono loro. In allenamento io mi metto nei loro panni e gli faccio vedere personalmente ogni movimento per tutti i ruoli. In questo momento in rosa ho 29 giocatori, ma darò una possibilità a tutti. Io comunque sono sempre sorridente e da settimana prossima mi aspetto una vittoria».
 
Capitan Matteo Serafini anche oggi ha offerto una prova da grande capitano: «Al rigore segnato sono andato ad abbraciare la panchina. Sapevamo che loro sarebbero partiti alla grande, ma siamo andati un po’ in bambola e hanno dimostrato di essere anche più avanti di noi come preparazione. Siamo stati abili a recuperare e dovevamo forse gestire meglio il risultato. È stata comunque una partita frizzante, dalla quale però non riusciamo a portare a casa punti, e quelli a noi servono tanto. A Pavia in tanti faranno fatica, ma prendere cinque gol è davvero troppo. Ci vuole un po’ più di personalità».
 
Marco Taino è stato uno dei migliori della Pro a Pavia: «Dal 3-0 al 3-3 abbiamo fatto un’impresa, poi abbiamo peccato di inesperienza. Sul pareggio potevamo gestirla meglio, ma siamo stati forse un po’ presuntuosi. La nota negativa sono stati i tre gol presi in quattro minuti. Non ci abbiamo capito nulla, ma siamo stati bravi a rimontare. All’intervallo ci siamo detti che dovevamo darci una mossa e così è stato, però da quasi una vittoria contro una squadra fortissima, abbiamo ceduto lasciando per strada dei punti».
 
L’allenatore del Pavia Riccardo Maspero : «Sono contento perché ho visto una grande squadra, che sa accelerare, sa fermarsi, forse anche troppo, e sa poi rifarsi. Prendo spunto dal risultato finale per fare i complimenti ai miei ragazzi perché hanno fatto una gara splendida. All’intervallo ho detto loro che non era finita e che la Pro Patria poteva rientrare, ma per fortuna nel finale siamo stati bravi a riprenderci e chuderla bene per noi».
 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.