Distrutti diversi alberi di Natale in centro

Le piante erano state posizionati per le vie cittadine dai commercianti. Molte sono state danneggiate o rubate dai vandali durante la notte. Il sindaco: "Hanno agito degli imbecilli"

Distrutti diversi alberi di Natale in centro città a Saronno. A colpire sono state alcune persone che hanno preso di mira gli alberelli posizionati dai commercianti, utilizzati per addobbare le vie della zona pedonale. Nelle scorse notti i vandali hanno agito in più punti della città, da via San Cristoforo a Piazza La Malfa, strappando i rami, rovesciando i vasi per terra, e addirittura rubando la pianta. 
Dura la presa di posizione del sindaco Luciano Porro: «I delinquenti continuano la loro opera. Sono solo vigliacchi che distruggono gli alberi di natale. La Polizia Locale sta recuperando le immagini dalle videocamere del centro per individuare i responsabili. Distruggere così gli alberelli messi dai commercianti è come comunicare un senso di disprezzo verso la città, genera malumore. Coloro che hanno agito in questa maniera sono degli imbecilli, non è un problema di sicurezza, è un problema di educazione». 


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Dicembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.