Caserma della Finanza, salta il trasferimento in via Checchi: nuova proposta

Sfuma l'ipotesi di trasferimento delle fiamme gialle alle ex scuole di Arnate. Ora l'amministrazione comunale propone l'ex sede lasciata libera dal giudice di pace dopo il trasferimento in viale Milano

"Sfuma" la trattativa per il trasferimento della Guardia di Finanza alle ex scuole di Arnate e così ora il Comune propone una nuova soluzione: spostare il comando delle fiamme gialle in via Pegoraro, nella sede lasciata libera dal Giudice di Pace, a poche decine di metri dall’attuale casermetta.

L’attuale sede delle Fiamme Gialle all’inizio di via Pegoraro è decisamente inadeguata, il problema è sul tavolo ormai da qualche anno. All’inizio il Comune aveva ipotizzato un trasloco nell’immobile di piazza San Lorenzo che ospita la biblioteca civica Majno (di fianco a cui ci sono anche alcuni alloggi in uso ai militari della GdF). I tempi per il trasferimento della biblioteca nella nuova sede di via Bottini si sono, però, allungati, portando all’ipotesi di spostare il Comando in un edificio scolastico non più utilizzato in via Checchi, ad Arnate. E questa era l’opzione fino ad oggi valutata e già allo studio: nonostante il parere positivo della Gdf, che ha contribuito all’elaborazione di un progetto per indispensabili adeguamenti, anche questa soluzione però è stata scartata. Troppo oneroso l’importo delle opere per il Comune, troppo costoso l’affitto per i Finanzieri.

Di qui l’idea di assegnare alla Guardia di Finanza l’immobile di via Pegoraro, in seguito al trasferimento del Giudice di Pace in viale Milano ("colpaccio" che ha fatto di Gallarate punto di riferimento per 58 Comuni e quasi 600mila abitanti). Il sindaco, Edoardo Guenzani, ha proposto la soluzione con una lettera inviata al Comando guidato dal tenente Precentino Corona: la struttura corrisponde per superficie, ubicazione, area di pertinenza ed esigenze di sicurezza alle caratteristiche richieste. Essendo stata utilizzata fino a tempi recenti non necessita, inoltre, interventi manutentivi consistenti. Sarebbe, infine, disponibile a breve.

«Auspico – dichiara il sindaco – di poter organizzare presto un sopralluogo con il tenente Corona. Al momento l’edificio ospita l’Associazione Nazionale Alpini, per la quale si può trovare una nuova collocazione, così da garantire alla Guardia di Finanza l’uso esclusivo della struttura in via Pegoraro». E la ex scuola di via Checchi? «L’edificio è stato chiesto dal dirigente della scuola media Cardano, oggi in una sede che presenta diversi problemi». Un "incastro" che potrebbe avere risvolti interessanti anche su tempi e costi: «La continuità della destinazione d’uso abbasserebbe notevolmente i costi di adattamento», conclude il sindaco (l’amministrazione aveva parlato di 200mila euro per la ristrutturazione di via Checchi).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 13 Febbraio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.