Doppia mostra alla Ghiggini

Due esposizioni ricordano i conflitti bellici dal Risorgimento alla Grande Guerra con stampe risorgimentali e illustrazioni di Lodovico Pogliaghi

lodovico pogliaghi disegno Grande Guerra

Venerdì 20 marzo alle ore 18.00 presso la Galleria Ghiggini verranno inaugurate due mostre caratterizzate da un unico filo conduttore: l’omaggio a significativi conflitti bellici -dal Risorgimento alla Grande Guerra- aventi l’obiettivo di cacciare lo straniero invasore e di tendere all’unità nazionale. La sala espositiva ospiterà contemporaneamente: . “Stampe risorgimentali”: progetto realizzato in collaborazione con l’Associazione “Varese per l’Italia XXVI Maggio 1859” e Sergio Trippini, collezionista ed esperto di stampe antiche. La mostra offrirà l’opportunità di scoprire non solo com’era la città di Varese all’epoca, ma anche di capire come sono stati artisticamente riproposti gli avvenimenti bellici che hanno caratterizzato il periodo risorgimentale a livello locale. L’allestimento sarà arricchito dal filmato dedicato alla Battaglia di Biumo (26 Maggio 1859) tratto da un’idea di Luigi Barion e curato da Cesare Gandini.

100 anni dalla Grande Guerra: Lodovico Pogliaghi illustratore, inviato speciale”: mostra monografica a cura di Chiara Palumbo che mira a illustrare l’attività del poliedrico artista il quale, a quasi sessant’anni, viene invitato sul fronte orientale dal Comando Supremo per documentare gli eventi più significativi delle operazioni belliche della Prima Guerra Mondiale. Schizzi, disegni e cartoline aventi come soggetto vedute di soldati all’erta oppure in azione sui fondali alpini saranno pubblicati all’interno di un catalogo ricco di nuove scoperte, dettagli e curiosi aneddoti. La pubblicazione sarà accompagnata da uno studio per “Bersaglieri al fronte” riproposto in un’acquaforte d’après, realizzata per l’occasione dallo stampatore d’arte Roberto Giudici.

Entrambe le esposizioni vogliono offrire un evento artistico-culturale che si leghi alle celebrazioni nazionali in occasione del 100° anniversario dall’ingresso dell’Italia nel Primo Conflitto Mondiale (24 Maggio 1915). Questa ricorrenza è particolarmente sentita da tutto il territorio della provincia di Varese dalle aree limitrofe per la presenza di diversi tracciati della cosiddetta “Linea Cadorna”, il sistema difensivo italiano alla Frontiera Nord verso la Svizzera ed evidenziata dalle molteplici iniziative che quest’anno vengono organizzate dall’Associazione “Varese per l’Italia XXVI Maggio 1859”. Inoltre si vuol far emergere l’inusuale operato artistico “a tema militare” di Lodovico Pogliaghi, artista di origine milanese, noto per la porta centrale del Duomo di Milano, ma varesino d’adozione poiché vissuto nella sua “Casa-atelier-museo” a Santa Maria del Monte sopra Varese, recentemente riaperta al pubblico.

 

Stampe risorgimentali & 100 anni dalla Grande Guerra: Lodovico Pogliaghi illustratore,
GHIGGINI 1822, via Albuzzi 17, Varese
Inaugurazione: venerdì 20 marzo, ore 18.00
20 marzo-11 aprile 2015
Orario: da martedì a sabato 10-12.30 | 16-19
Info: 0332.284025 | galleria@ghiggini.it | www.ghiggini.it

 

PROGRAMMA EVENTI
20 marzo ore 18.30: “Oggi cantano le belle mitragliatrici”
Letture & divagazioni sulla Grande Guerra a cura di Mario Chiodetti con Claudia Donadoni
Partecipazione di Eileen Ghiggini e Selene Hauptman
28 marzo ore 9.00-12.30: “Dal Santuario di Santa Maria del Monte alla Casa-atelier di Lodovico Pogliaghi”
Visita guidata a cura di Chiara Palumbo
29 marzo ore 9.00-13.00: “Fuori i Barbari! La Linea Cadorna a Cassano Valcuvia”
Visita guidata a cura di Stefano Costa
11 aprile ore 18.00: “Pittori-soldato della Grande Guerra”
Finissage & conversazione d’arte a cura di Eileen Ghiggini e Chiara Palumbo
Per partecipare alle visite guidate: 0332-994178 | 345-1331019 | theitalianlakesguides@gmail.com

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 19 marzo 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore