Intervisto il ministro e te lo racconto su Facebook

Il progetto Teknè, rivolto agli adolescenti e incentrato sui nuovi media, è stato premiato a Roma. I ragazzi hanno fatto domande e hanno raccontato la giornata anche sui social network

Gallarate

Vado a Roma, intervisto il minsitro e ti racconto la giornata in tempo reale sui social network. Martedì 17 marzo un gruppo di adolescenti di Casorate Sempione è partito per andare a Roma: sveglia prestissimo e viaggio veloce verso la capitale, per ritirare il premio assegnato a Teknè, il progetto rivolto ai giovanissimi e sviluppato dal Comune di Casorate in collaborazione con la cooperativa NaturArt. «Siamo andati in tre, ma tutti gli altri coinvolti nel progetto hanno seguito a distanza, comunicando anche attraverso i social network», spiegano di ritorno da Roma.

È di qualche settimana fa la notizia del riconoscimento (dell’Ordine degli Assistenti Sociali e di una rivista specializzata) concesso al progetto, giudicato uno dei migliori in Italia nell’immaginare un “nuovo welfare”: una sperimentazione studiata per mesi e lanciata poi un anno fa, per offrire una occasione in più ai ragazzi della zona, puntando sui nuovi media come competenze da acquisire e sviluppare, anche per un possibile futuro lavorativo. Il progetto è particolare perchè da un lato gli adulti mettono la loro esperienza nel settore educativo (Naturart gestisce da lustri il Centro di Aggregazione Giovanile del paese), dall’altro sono gli stessi ragazzi a portare le competenze e a condividerle.

A rappresentare il progetto a Roma – insieme al vicesindaco Tiziano Marson e alla dirigente dei servizi sociali Stefania Passerini – c’erano soprattutto i ragazzi, Federico Cannarella ed Elia Roncaglia e Giulia Perazzolo (tutti tra 17 e 18 anni, i tre a destra nella foto in alto). Sono loro che hanno accostato e intervistato il ministro della giustizia Andrea Orlando e i parlamentari Michela Vittoria Brambilla e Daniele Marantelli. «C’è stato molto rispetto e disponibilità durante le interviste» spiega Elia. «Strana sensazione stringere la mano a persone che rappresentano anche te, poter parlare ed esprimere le tue idee con loro» aggiunge Giulia. «Sono rimasto affascinato da Senato e Camera – conclude Federico – anche se la cosa che mi ha colpito negativamente era il comportamento dei parlamentari che non si ascoltavano neppure tra loro durante la discussione». Alla Camera i ragazzi hanno intervistato anche il deputato gallaratese Angelo Senaldi e la deputata Vanna Iori, presidente della commissione giustizia e commissione infanzia e adolescenza, al Senato hanno sentito Erica D’Adda, che ha aggiornato sul progetto di legge di cyberbullismo (era intervenuta sul tema a un incontro di Teknè).

 

A Casorate, gli altri ragazzi hanno seguito a distanza la “missione a Roma” e gestito il materiale sui social network, Facebook e Twitter. «Ci ha seguito, retwitatto e commentato anche Andrea  Albanese, co-fondatore di Linkedin, che ci aveva invitato al Social media day al Sole 24 ore e ci ha re-invitato anche quest’anno» spiegano con orgoglio i ragazzi.

Il progetto vede coinvolte diverse figure adulte: gli educatori Fabio Ramella e Paola Ricci, oltre a  Marco Marangoni, Jessica Musso e Sara Magnoli come formatori. «Il progetto verrà esteso anche a Gallarate, Cavaria, Besnate e Ferno» spiega Marisa Ferraro di NaturArt. «Ci sarà anche una parte di progetto Tekne dentro al progetto su legalità del Comune di Lonate Pozzolo. L’idea è garantire nel tempo una continuità per i giovani, che potranno trovare e sviluppare competenze».

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Marzo 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.