Uva, finisce in nulla la denuncia di Biggiogero

Il gip archivia: "Nessun riscontro, dichiarazioni divergenti"

Alberto Biggiogero in tribunale (il testimone del caso Uva) (inserita in galleria)

Il tribunale di Varese ha archiviato la querela che Alberto Biggiogero presentò nel 2008 e in cui sosteneva di aver ricevuto scarpate e schiaffoni dai carabinieri di Varese. Il gip Alessandro Chionna ha ritenuto discordanti e senza riscontri, le versioni fornite dall’uomo su quanto accadde la notte del 14 giugno del 2008, quando lui e Giuseppe Uva vennero fermati per dei vandalismi in strada e portati in caserma. Secondo il giudice non è credibile che Biggiogero sia stato picchiato ma non abbia prodotto alcun referto medico; inoltre c’è agli atti la testimonianza del padre che affermò di non aver mai saputo nulla del pestaggio.

La decisione del tribunale è autonoma dal processo che si sta svolgendo in corte d’assise contro 2 carabinieri e 6 poliziotti. In quel dibattimento Biggiogero è testimone. Il gip Chionna non entra nel merito di quanto accadde a Uva, ma getta un’ombra sulla credibilità di Alberto Biggiogero, che già in udienza in corte d’assise aveva reso una testimonianza a volte contraddittoria.

Roberto Rotondo
roberto.rotondo@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 02 Dicembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.