Due italiani uccisi in Libia

i tratta di Fausto Piano e Salvatore Failla, rapiti dalle forze del Daesh nel luglio 2015

libia foto

Due cittadini italiani sono morti in Libia. Si tratta di Fausto Piano e Salvatore Failla, rapiti dalle forze del Daesh nel luglio 2015. I nostri connazionali sono rimasti vittime in seguito ad un raid delle forze dell’esercito libico nella regione di Sabrata: i loro sequestratori li avrebbero usati come scudi umani.

Entrambi erano dipendenti della Bonatti, general contractor internazionale con sede a Parma, leader del settore olio e gas. Avevano 60 anni Piano e 48 Failla. Non sono stati coinvolti altri due italiani dipendenti della stessa ditta rapiti in Libia, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo.

Nel blitz delle forze libiche sono morte in tutto 10 persone.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.