Prende “in prestito” l’auto dal parking di Malpensa, arrestato

Dipendente del parcheggio e compagno della titolare, ha percorso 900 km in una settimana e ha riportato il veicolo danneggiato

parking malpensa

Prende “in prestito” l’auto dal parking in cui lavora vicino a Malpensa, viaggia per quasi 900 km, danneggia il veicolo e lo restituisce così al cliente. Per questo è finito in manette un 30enne dipendente di un parcheggio a lunga sosta nei dintorni dell’aeroporto.

L’indagine è stata curata dai carabinieri della stazione di Lonate Pozzolo e riguarda un parking di Ferno, sanzionato già nei giorni scorsi per una serie d’inadempienze: i militari hanno in questo caso un dipendente, D.A., trentenne di Samarate pregiudicato e, nella vita, compagno della 45enne polacca titolare del parcheggio a lunga sosta.

L’uomo era in permesso dal carcere, per misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali: nei primi giorni di novembre è stato denunciato – insieme alla stessa compagna polacca a seguito di una denuncia presentata da un cliente che, lasciata l’auto nel loro parcheggio per una settimana, l’ha ritrovata – al rientro del viaggio da Malpensa – con tappetini sporchi, oggetti spostati all’interno, un fendinebbia rotto. Ma in più il proprietario dell’auto si è accorto di un particolare non di poco conto: il giorno della partenza aveva fatto una foto ai chilometri con il telefono cellulare e ha così potuto provare, al ritorno, che erano stati percorsi circa 889 km in una settimana.

Sulla base degli elementi raccolti dai militari, il 30enne è stato quindi denunciato per appropriazione indebita (per l’uso del veicolo),danneggiamento, resistenza a pubblico ufficiale, false dichiarazioni sulla propria identita’ a pubblico ufficiale. Revocato l’affidamento in prova, è finito in carcere a Busto Arsizio.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    Il sottobosco di Malpensa pullula di questi parcheggi più o meno autorizzati, più o meno in regola, gestiti da gente più o meno losca.
    E non siamo in Campania ma nell’aeroporto padano per eccellenza.
    Aeroporto dove sono stati spesi nei decenni un numero imbarazzante di milioni di euro e dove non riesce ad avere in regola nemmeno un parcheggio.
    Se è per questo non si riesce nemmeno ad avere i taxi in regola dopo una certa ora visto il pullulare di auto abusive.

Segnala Errore