“Anche stasera il treno per Laveno parte in ritardo”

I pendolari della linea FNM alle prese con una corsa particolarmente problematica, quella delle 17.52. "Quasi ogni giorno il treno arriva dal deposito in ritardo"

Ecco i nuovi convogli Trenord

I pendolari diretti a Laveno Mombello (e anche alle stazioni intermedie della Varese-Laveno) lo conoscono ormai come un treno problematico: «Da un paio di mesi almeno le carrozze arrivano a Cadorna in ritardo: ora che il personale prepara il treno si finisce a partire spesso con ritardi di 15-20 minuti».

A parlare è un pendolare della zona che vuole sollevare la questione, di fronte all’ennesima corsa in ritardo. Lo ricontattiamo mentre il trenoTrenord è ancora in viaggio: «Alle 18.40 sta ripartendo da Tradate, dove dovrebbe arrivare alle 18.27. A Varese faremo ritardo aspettando l’incrocio con il treno in senso opposto» (l’ultima parte della linea è a binario unico).

Non è raro che ci siano ritardi su corse in orario di punta, ma i pendolari del “67” sottolineano la specificità: il “materiale” (cioè le carrozze) arriva in ritardo già dal deposito, pare per problemi di assegnazione dei macchinisti. Quando il treno si attesta alla banchina di Cadorna, servono poi altri minuti perché il personale lo prenda in consegna, si porti in testa al treno e lo abiliti (il “cambio banco”, cioè l’invesione di marcia) e prepari la corsa. «Succede solo su questo treno»
Ma quante volte si ripete il disagio? «Si ripete ormai da almeno due mesi, per due sere su tre sentiamo l’annuncio che dice “ritardo imprecisato”». E così ogni giorno il viaggio si allunga di 10-15 minuti. «Anche stasera dovevo arrivare a casa alle 19 e invece arriverò alle 19.20. Per chi pensi che 15 minuti e’ solo un quarto d’ora, su 60 minuti di viaggio rappresentano il 25 per cento di ritardo. È una questione di professionalita’ e serieta’ delle persone a cui e’ demandato il compito di far si che il treno sia al suo posto prima della partenza. 15 minuti e’ il tempo che non puoi dedicare alla famiglia, è il tempo che deve aspettare chi ti viene a prendere in stazione».

 

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Pubblicato il 22 Febbraio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da petrina70

    Ma veramente il problema non è solo serale, mio figlio va a scuola a Laveno, partendo da Gavirate, e il treno la mattina è sempre perennemente in ritardo quando non viene addirittura soppresso per il troppo ritardo accumulato o per problemi tecnici.
    Risultato che la prima ora di scuola, quando va bene, viene puntualmente persa. Trovo che sia veramente scandaloso a fronte anche di costi non certo economici. Il problema sussiste anche per il ritorno. Laveno-Gavirate, 4 fermate e spesso in ritardo

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.