Marilena Rosa Re è stata uccisa, fermato un conoscente

L'uomo, 64 anni e di Garbagnate Milanese accusato di omicidio e occultamento di cadavere

Avarie

Svolta nelle indagini legate alla sparizione di Marilena Rosa Re, la promoter di Castellanza sparita il 30 luglio scorso.

I carabinieri del nucleo investigativo di Varese e della compagnia di Busto Arsizio hanno eseguito un decreto di fermo per indiziato di delitto nei confronti di un 64enne di Garbagnate Milanese, sospettato di essere l’autore dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere della donna 58enne di Castellanza scomparsa da casa da un mese e mezzo.

Il decreto di fermo è stato emesso dal pubblico ministero titolare del procedimento penale pendente presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, a seguito di approfondite indagini dei carabinieri, che hanno evidenziato gravi indizi di colpevolezza in ordine all’uccisione della donna ed al relativo occultamento del cadavere da parte del 64enne, suo conoscente.

Oggi alle ore 13 presso gli uffici della Procura di Busto Arsizio si terrà un incontro con la stampa per divulgare ulteriori aspetti della vicenda.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Settembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.