Il Ticino sarà un’area naturale di valore mondiale

Gli enti di due Regioni lavorano insieme per il dossier che allarga la Riserva della biosfera fino al confine con la Svizzera. E oltre

Parco Ticino biosfera mab

E’ già adesso il più grande parco fluviale d’Europa, ma la Valle del Ticino si sta candidando a divenire un’area Unesco di interesse mondiale e con una governance internazionale condivisa tra Italia e Svizzera, Lombardia, Canton Ticino e Piemonte. Gli enti di due Regioni lavorano insieme, da mesi, per il dossier che allarga la Riserva della biosfera fino al confine con la Svizzera.

(una sintesi del progetto)

Il primo passo è la candidatura a un riconoscimento Unesco della Riserva di biosfera Mab Valle del Ticino per trasformarla nella “Riserva Mab Ticino Val Grande Verbano”.

Il secondo passo sarà, in futuro, la connessione con il Parco nazionale del Locarnese (che attualmente è solo un progetto in esame a Berna) per la creazione di una grande Riserva Mab transfrontaliera che comprenda anche l’area elvetica.

COS’E’ LA RISERVA MAB (man and biosphere)

Parco Ticino biosfera mab

La riserva, per intenderci, non è una nuova area di vincolo, e ha una filosofia diversa dai parchi regionali. E’ un luogo dove si incontrano la tutela dell’elemento naturale ma anche lo sviluppo economico e antropico. Il programma mondiale Mab suddivide ognuna di queste riserve in tre zone: la Core zone dove la tutela è più stringente e le attività umane limitate, la Buffer zone dove sono consentite ricerca, ecoturismo ed educazione ambientale, e la Transition zone dove è permesso lo sviluppo umano ed economico sostenibile.

Parco Ticino biosfera mab

Attualmente la Riserva Valle del Ticino ha una superficie di 150mila metri quadri, la proposta di ampliamento andrà ad includere altri 148 comuni, e un territorio che raggiungerà oltre 332mila metri quadri.

(La riserva attuale)

Il Ministero dell’Ambiente ha approvato la candidatura e l’ha inviata al segretariato Mab Unesco di Parigi. La cosa straordinaria è che l’allargamento della riserva comprende i due parchi del Ticino, lombardo e piemontese, il Parco regionale del Campo dei Fiori, il Parco nazionale della Val Grande fino al confine svizzero. Sono luoghi meravigliosi e di grande impatto e insistono nel corridoio migratorio tra alpi, Lago Maggiore e fiume.

Parco Ticino biosfera mab

Il dossier di candidatura è il primo passo verso questo grande obiettivo – ha osservato David Guenzi, presidente dell’assemblea consultiva Mab –  la riserva va allargata verso il confine, e avrà 18 aree protette, 48 siti rete natura 2000, 2 regioni, 5 province, 148 comuni, 330mila ettari, assumerà la nuova denominazione Riserva Biosfera Ticino, Valgrande, Verbano. Coinvolgerà 1 milione 100mila persone, con oltre 6 milioni e 100mila annue presenze turistiche annue”.

La Rete mondiale delle Riserve Mab è stata avviata nel 1971 e oggi in tutto il mondo ve ne sono 669 in 120 paesi. In Italia sono 15 (l’elenco e che cosa sono). E’ stato creato già un logo e una commissione per la candidatura. Il futuro della Valle del Ticino è già cominciato.

 

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore