La Pro Patria butta via la vittoria all’ultimo minuto

Finisce 3-3 coi bergamaschi del Pontisola dopo che i tigrotti erano andati in vantaggio con due gol e con un uomo in più. Vistoso calo di concentrazione nel secondo tempo che ha permesso la rimonta

pro patria 2018

Una Pro Patria double face spreca una vittoria a pochi secondi dal fischio finale.  Primo tempo sontuoso e in controllo per i tigrotti che avanzano col solito Santana e con Pedone ma nel secondo tempo crollano lentamente e contro una squadra in 10 che sembrava sul punto di capitolare definitivamente. Proprio dopo l’epulsione di Mosca per il Ponte S.P. Isola è iniziata un’altra partita e dal 2-0 del primo tempo si è arrivati al 3-3 all’ultimo minuto di recupero. Bene il solito Santana per i biancoblù, male per il portiere Guadagnin che ha colpe sul secondo e soprattutto sul terzo gol.

PRIMO TEMPO – La Pro Patria entra subito forte e impone il proprio gioco al Pontisola. Alta la percentuale dei passaggi andati a buon fine tra centrocampo e attacco. Bene anche la difesa che intercetta tutte le linee di passaggio dei bergamaschi che hanno faticato a contenere le folate dei tigrotti soprattutto da destra.

Proprio da destra si sviluppa l’azione del primo gol al decimo con il cross di Cottarelli, ottimamente servito dalla linea di centrocampo, insaccato dal sempre presente Mario Santana, al suo ottavo centro stagionale in 7 presenze.

Il secondo gol arriva con un gran destro sotto l’incrocio di Alex Pedone che raccoglie una palla respinta dopo una bella azione della Pro Patria. L’attaccante colpisce a botta sicura e insacca alle spalle di Pennesi. La reazione del Pontisola è poca cosa. Un tiro di Perego al 22′ non impensierisce la retroguardia tigrotta che è sempre ordinata e precisa negli interventi. Le due squadre vanno al riposo sul risultato di 2-0 e nulla fa presagire quello che succederà nel secondo tempo.

SECONDO TEMPO – La partita è in discesa per i bustocchi che però fanno presagire il crollo lasciando l’iniziativa ai bergamaschi. Passaggi imprecisi, gambe molli e poca propensione a sfruttare i contropiedi. L’unico a continuare a spingere è Santana che torna anche in difesa. Ad aiutare i tigrotti c’è anche l’espulsione del bergamasco Mosca per un fallaccio da dietro ai danni di Pedone.

L’espulsione sembra dare una carica in più ai pontisolani che iniziano ad attaccare a testa bassa nonostante l’uomo in meno e il doppio svantaggio. Accorcia Perego all’8′ minuto del secondo tempo, il migliore dei suoi, con un piatto a giro sul quale Guadagnin nulla può. La Pro Patria ha un momento di lucidità e riallunga di nuovo con Pedone (doppietta personale) che raccoglie un preciso cross di un ottimo Santana da destra e insacca di collo. Sul 3-1 ci si aspetta una Pro Patria più guardinga e invece è ancora peggio.

Le sostituzioni attuate da Javorcic non sembrano sortire l’effetto sperato. Fuori Marcone, Galli, Pedone e Pettarin al posto di Chiarion, Ugo, Molnar, Mozzanica e Arrigoni. Il risultato è una Pro incapace di tenere palla e di contenere Perego che prova anche con un tiro su cross di Ferreira Pinto al 19′. Quattro minuti dopo Recino accorcia di nuovo le distanze per il Pontisola. Beffata l’intera difesa della Pro Patria con un cross che arriva sui piedi del 9 bergamasco che tira forte ma centrale e il pallone passa sotto le gambe di Guadagnin che non riesce a trattenere.

Sul 3-2 gli ospiti ci credono e alla Pro Patria tremano incredibilmente le gambe. La squadra sontuosa del primo tempo si è dissolta e Guadagnin è il primo a subire tutta questa insicurezza. Il pareggio arriva al sesto minuto di recupero su un tiro sporco di Pedrocchi che Guadagnin non trattiene, forse per colpa del sole contro, forse per il rimbalzo ma più probabilmente per mancanza di sicurezza.

Tabellino

Pro Patria: Guadagnin, Cottarelli, Marcone (Chiarion), Pettarin (Mozanica), Zaro, Colombo, Gazo (Arrigoni), Galli (Ugo), Gucci, Pedone (Molnar), Santana. A disp: Mangano, Molnar, Chiarion, Mozanica, Ugo, Agosti, Arrigoni, Ghioldi, Bortoluz. All: Javorcic

Ponte S. P. Isola: Pennesi, Mosca, Pellegrinelli, Pedrocchi, Ientile, Rondelli, Remuzzi, Mandelli, Recino, Ferreira Pinto, Perego. A disp: Falciglia, Cugini, Gregis, Signorelli, Rota, Esposoito, Mangini, Carrieri. Ruggeri. All: Colleoni

Arbitri: Foresta di Nola coadiuvato da Alibrandi di Alessandria e Allocco di Bra.

Classifica dopo 8 giornate

Rezzato e Darfo Boario 17, Ciliverghe Mazzano 16, Pro Patria, Ponte S.P. ISola e Virtus Bergamo 15, Pergolettese 14, Caravaggio 12, Lecco e Crema 10, Levico Terme 9, Bustese Milano City e Ciserano 8, Dro e Trento 7, Grumellese 6, Scanzorosciate 5, Romaese 4, Lumezzane 2.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore