Approvato il bilancio provinciale

Villa Recalcati chiude in pareggio, ma le opposizioni votano contro

villa recalcati foto

L’appello del Presidente della Provincia era stato quello di votare tutti insieme un bilancio tecnico in cui il pareggio è assicurato ma i conti sono fortemente risicati a causa dei tagli ai trasferimenti, un bilancio che lo stesso Gunnar Vincenzi definisce come essenziale dove, di soldi per fare scelte politiche, praticamente non ve ne sono. Dunque, un’operazione ragionieristica per garantire i servizi essenziali in capo alla Provincia. Questo doveva essere ma le opposizioni di Lega e Forza Italia non hanno comunque votato il provvedimento che è stato adottato dal consiglio provinciale questa sera, martedì 28 novembre, con i soli voti della maggioranza: i Civici e Democratici di area Pd e i centristi di Esperienza Civica.

La chiusura in Pareggio del Bilancio della Provincia di Varese rappresenta il frutto di un lungo e duro lavoro di Amministratori e Tecnici in una fase finanziaria emergenziale. Il risultato è poter ancora garantire la sistemazione delle strade provinciali, le manutenzioni nelle scuole superiori, i servizi ai disoccupati e ai disabili, il sostegno alle attività culturali e molte altre funzioni ancora in capo all’Ente. In attesa che si faccia chiarezza sul destino delle Province italiane” è il commento del consigliere delegato Giuseppe Licata. 

Il comunicato 

Approvato il bilancio consuntivo relativo all’anno 2016, nel quale si registra una riduzione del disavanzo che passa da 29 milioni di euro a 26 milioni grazie alla cessione dei beni immobili delle caserme di proprietà della Provincia. Approvato anche il Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari.

E’ stato poi adottato il Bilancio di previsione 2017: «Oggi portiamo in consiglio un bilancio di previsione in pareggio e siamo soddisfatti di essere riusciti ad arrivare a questo risultato – ha dichiarato il Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi – All’inizio del mio mandato avevamo davanti a noi un bivio: quello di dichiarare il fallimento dell’Ente oppure di un impostare un percorso di risanamento finanziario. Abbiamo compiuto una scelta di grande responsabilità, gestito la situazione patrimoniale dell’ente, elaborato un Piano di riequilibrio, approvato dalla Corte dei conti che ora stiamo portando avanti. Una scelta gravosa, ma che ha dato l’opportunità alla Provincia di poter continuare a garantire i servizi ai Comuni e ai cittadini sul nostro territorio. Abbiamo anche dovuto far fronte ai tagli importanti del Governo, che hanno interessato tutte le province d’Italia e sul piano istituzionale, dopo l’esito del referendum, il piano di riforma di questo Ente si è interrotto. Questo, in breve, il quadro, piuttosto complesso dentro al quale ci siamo mossi in questi anni e che dà grande valore al risultato pareggio del documento finanziario di previsione del 2017». A illustrare i contenuti principali del Bilancio è stato il Consigliere delegato Giuseppe Licata, il quale ha spiegato che «il pareggio è stato raggiunto attraverso un’ottimizzazione delle risorse e una dettagliata ricognizione delle spese dell’ente. Sul fronte investimenti registriamo invece un aspetto molto positivo: grazie al nostro lavoro e a quello portato avanti con grande impegno dagli uffici, che ringrazio personalmente,  siamo riusciti a ottenere risorse importanti da investire. Risorse provenienti dal Patto per la Lombardia, che verranno utilizzati opere per la sicurezza stradale; dal Miur, che ha stanziato oltre 5 milioni per l’edilizia scolastica, oltre ai fondi relativi ai lavori Alptransit».

di roberto.rotondo@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore