Il Ciserano impone lo 0-0 alla Pro Patria

Un pari per i tigrotti allo "Speroni" che nonostante l'inferiorità numerica per più di mezzora sono autori di una grande prestazione

Calcio: Pro Patria- Pontisola

Un pareggio raccolto con il cuore dalla Pro Patria, che impatta 0-0 in casa contro il Ciserano. Gara bloccata nel primo tempo, anche per meriti degli ospiti, messi bene in campo e autori di una gara più che sufficiente. Nella ripresa, dopo un’ottima occasione sciupata da Cottarelli al 7’, la Pro Patria rimane in dieci per l’espulsione – doppia ammonizione – di Marcone al 12’. L’inferiorità numerica non ferma però i tigrotti che continuano ad attaccare con voglia e caparbietà, ma la difesa del Ciserano regge e non concede nulla, portandosi a casa uno 0-0. In classifica i tigrotti perdono due punti dalle inseguitrici, che vincono tutte, ma questo pareggio è un ottimo segnale di carattere per la Pro Patria. Nota a margine: tanti gli applausi per il grande ex della gara Matteo Serafini, sia ad inizio gara, sia alla fine.

FISCHIO D’INIZIO – “199 volte grazie”, “Bentornato Teo” e “Uomo e Capitano Vero”. Questi i tre striscioni esposti in tribuna popolare che spiegano il rapporto tra la Pro Patria e Matteo Serafini, grande ex di questa partita. L’uomo simbolo dei tigrotti per sei stagioni torna allo “Speroni” da avversario, guidando il 3-5-1-1 del Ciserano di mister Viganò. Per la Pro Patria invece 3-4-2-1 con Pedone e Arrigoni alle spalle di Gucci. Si rivedono in panchina Bortoluz dopo la squalifica e Le Noci dopo l’infortunio. Leonardo Galli, giovane esterno mancino dei biancoblu, in campo regolarmente anche se colpito da un lutto grave pochi giorni fa.

IL PRIMO TEMPO – Gara bloccata e da subito complicata per la Pro Patria, che si scontra contro un Ciserano ben chiuso in difesa, ma che non disdegna di ripartire palla al piede quando possibile. Di occasioni ce ne sono poche, ma al 17’ Gucci di testa, servito ottimamente da Pedone, impegna Maggioni a una parata bella e difficile. Sulla metà del tempo i tigrotti spingono forte, ma non riescono a bucare la difesa ospite, che si riorganizza e riesce a uscire indenne dal miglior periodo della Pro Patria. Il tempo di chiude con Arrigoni lanciato in contropiede e il duplice fischio dell’arbitro a fermarlo, con relative proteste.

LA RIPRESA – Parte molto bene la Pro Patria, che in pochi minuti si fa molto pericolosa. L’occasione più limpida capita al 7’ quando Pettarin recupera palla al limite dell’area e serve Cottarelli a destra; tiro in diagonale poco incisivo che non riesce a battere Maggioni. I tigrotti però al 12’ rimangono con l’uomo in meno: Marcone trattiene Maspero e si becca la seconda ammonizione e il relativo rosso. Nonostante l’uomo in meno la Pro Patria non cala e va vicina alla rete al 23’ con un colpo di testa di Molnar su azione d’angolo che Maggioni mette in angolo togliendo la palla dall’angolino. I corner diventano una soluzione intrigante e al 30’ è Zaro a colpire di testa, questa volta però la sfera sfila sul fondo. Al 39’ la Pro Paria chiede un rigore per un presunto fallo di mano in area su una girata di Bortoluz, ma l’arbitro lascia correre. Nel finale è ancora la squadra di Javorcic ad attaccare e nei 4’ di recupero si lancia in attacco, senza però riuscire a trovare il gol che decida il match.

TABELLINO

Pro Patria – Ciserano 0-0 (0-0)

Pro Patria (3-4-2-1): Mangano; Molnar, Zaro, Marcone; Cottarelli Pettarin (dal 37’ st Mozzanica), Gazo, Galli (dal 1’ st Colombo); Pedone (dal 48’ st Le Noci), Arrigoni (dal 1’ st Bortoluz); Gucci (dal 24’ st Ugo). A disposizione: Guadagnin, Chiarion, Scuderi, Ghioldi. All.: Javorcic

Ciserano (3-5-1-1): Maggioni; Crociari. Suardi, Sobacchi; Foglieni, Marino (dal 32’ st Giovanditti), Scampini, Cariello (dal 39’ st Achenza), Tocchi (dal 27’ st Motta); Maspero (dal 24’ st Ronchi); Serafini. A disposizione: Bolis, Garofoli, Comi, Siviero, Davenia. All.: Viganò

Arbitro: sig. Bergamin di Castelfranco Veneto (Paggiola e Pedroni)

Note: giornata serena, terreno in buone condizioni; Calci d’angolo 2-3; Ammoniti: Marcone, Arrigoni, Gazo per la Pro Patria; Scampini, Serafini, Marino per il Ciserano. Espulso al 12’ st Marcone (PP) per doppia ammonizione. Recupero: 1’ + 4’.

SERIE D – GIRONE B – 12° GIORNATA: Lecco – Trento 2-0; Romanese – Bustese 0-0; Crema – Lumezzane 1-0; Darfo Boario – Levico 3-0; Dro – Caravaggio 1-1; Pontisola – Virtus Bergamo 2-2; Pro Patria – Ciserano 0-0; Rezzato – Pergolettese 5-0; Grumellese – Scanzorosciate 1-2. Riposo: Ciliverghe Mazzano.

CLASSIFICA: Pro Patria, Darfo Boario 25; Rezzato 24; Virtus Bergamo 22; Pontisola, Lecco 20; Pergolettese, Ciliverghe Mazzano 19; Caravaggio 17; Crema, Levico Terme 15; Scanzorosciate 14; Ciserano 11; Bustese 10; Trento, Dro, Lumezzane 8; Grumellese 7; Romanese 6.

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore