Bike sharing a flusso libero, la frenata di Ofo e Mobike

L'arrivo delle bici era previsto per marzo ma le due società di bike sharing più importanti sembrano aver bloccato il loro piano di espansione a Busto Arsizio. Rogora non molla ma i suoi lo scaricano

Arriva il bike sharing Ofo a Varese

L’assessore alla Sicurezza Max Rogora aveva annunciato, a gennaio, l‘arrivo in città del bike sharing a flusso libero sul modello di quello avviato a Milano e Varese. A tre mesi di distanza da quell’annuncio, però, nessuna bici è spuntata in città mentre il bike sharing di Bicincittà è ormai fuori uso completamente.

Il tema è ricomparso ieri sera, lunedì, in consiglio comunale con la mozione del consigliere comunale del Pd Massimo Brugnone che – due mesi prima dell’annuncio dell’assessore e quindi a fine novembre – aveva presentato un testo per chiedere all’amministrazione di impegnarsi proprio su questo fronte.

La realtà emersa dal dibattito che ne è scaturito in consiglio è che società come Ofo e Mobike – inizialmente interessate a portare nuove flotte di biciclette anche a Busto Arsizio – avrebbero rallentato le loro mire espansionistiche fuori dai grandi centri come Milano.

«Credo fortemente in questo tipo di bike sharing – ha spiegato l’assessore – ma dopo l’iniziale entusiasmo ora sembra che queste società stiano ripensandoci un po’ a causa dei vandalismi e un po’ perchè si fa fatica a far quadrare alcune situazioni con i manutentori. Io, comunque, non mollo e proseguo sulla strada tracciata dalla delibera di giunta che abbiamo votato all’unanimità a gennaio».

Non la pensano così alcuni esponenti della maggioranza e dello stesso partito di Rogora come Paola Reguzzoni che ha sostenuto la tesi secondo la quale «Busto Arsizio e i suoi cittadini non sono entusiasti della bici e del bike sharing e che prima vanno fatte le piste ciclabili altrimenti è troppo pericoloso girare in bici per Busto». Un’idea simile l’ha espressa anche il consigliere di Forza Italia Paolo Genoni.

Il dibattito si è concluso in modo surreale con la mozione del Pd (che ricalca la delibera di giunta) bocciata dalla maggioranza che – in sostanza – aveva chiesto di non votarla o di trasformarla in raccomandazione e ha, di fatto, sconfessato l’iniziativa del suo stesso assessore.

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 24 Aprile 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.