La prossima curatrice della Triennale all’ombra della Torre Civica

Paola Antonelli, curatrice della prossima Esposizione Internazionale della Triennale di Milano ed è da 23 anni la curatrice al MoMa di New York, è stata eccezionalmente protagonista anche a Varese

Paola Antonelli

E’ stata anche all’ombra della torre civica Paola Antonelli, che sarà curatrice della prossima (la 22esima) Esposizione Internazionale della Triennale di Milano ed è da 23 anni la curatrice per l’architettura e il design al MoMa di New York.  

Galleria fotografica

Il MoMa all'unione industriali 4 di 12

A mostrarlo, uno scatto di sei anni fa: l’architetto, considerato uno tra i 100 più influenti personaggi del mondo nelsettore delle arti, è stata ospite nel luglio del 2012, insieme a Rosita Missoni, di un aperitivo “internazionale e femminile” sulla terrazza della sede di Unione Industriali di Varese, prima di essere ospite a Villa Panza in un incontro organizzato dall’ordine degli architetti di Varese. Fu un incontro straordinario: la Antonelli viveva a New York ormai da molto tempo, e non si pensava che sarebbe tornata nella sua Lombardia, dove sono nati i suoi genitori e dove ha studiato (al politecnico di Milano).

L’incarico sulla Triennale di Milano è il primo che accetta al di fuori delle sue attività al MoMa, quindi il suo primo incarico “extra” da oltre vent’anni.

Paola Antonelli è stata presentata questa mattina, 20 aprile 2018,  nel corso della conferenza stampa che ha presentato il nuovo direttore generale della Fondazione La Triennale di Milano e i quattro Curatori di settore, che sono stati presentati alla stampa in una conferenza a cui ha partecipato anche il Sindaco di Milano Giuseppe SalaStefano Boeri, Presidente della Fondazione.

Il nuovo direttore Generale è Carlo Morfini, mentre i nuovi curatori di settore sono: Umberto Angelini per il settore Teatro, da

nza, performance, musica; Lorenza Baroncelli per il settore Architettura, rigenerazione urbana, città, con delega al coordinamento artistico; Myriam Ben Salah per il settore Arti visive, new media, fotografia, cinema, televisione; Joseph Grima per il settore Design, moda, artigianato.

«La Triennale di Milano – ha spiegato Stefano Boeri – intende ampliare e rafforzare la sua rete di collaborazioni a livello internazionale. In quest’ottica, oltre a Paola Antonelli , curatrice per l’architettura e il design al Museum of Modern Art di New York e curatrice della XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano, alcune figure di spicco del mondo del design, dell’arte e della cultura collaboreranno nei prossimi mesi con l’istituzione».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 20 Aprile 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Il MoMa all'unione industriali 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore