Salone delle Vacanze di Lugano, come partecipare

Una vetrina importante per le realtà lombarde interessate a farsi conoscere sul mercato turistico svizzero. L'appuntamento fieristco è giunto quest'anno alla sua sedicesima edizione

lugano varie

Il Salone Svizzero delle Vacanze di Lugano si prepara per una nuova edizione e offre una vetrina importante per promuovere il turismo oltre confine per le aziende e le destinazioni lombarde.

“La Svizzera – spiegano gli organizzatori dell’appuntamento fieristico – rappresenta un mercato fondamentale per la Lombardia ed è solo ad un’ora di macchina. Lugano inoltre è la seconda città della Svizzera con oltre 150.000 residenti e 60.000 lavoratori che la frequentano quotidianamente. Il turista svizzero ha una propensione medio alta alla spesa ed è ben disposto a spendere lasciando nel territorio una grossa fetta delle sue risorse e prediligendo servizi di qualità. Interessato al turismo ambientale, attivo, culturale all’enogastronomia e alle tradizioni il turista svizzero vede la Lombardia come un territorio affine per lingua e tradizioni e la elegge come meta ideale di numerose gite e soggiorni durante tutto l’anno. Il nostro pubblico preferisce scegliere destinazioni attraverso la testimonianza degli operatori piuttosto che affidarsi a un catalogo o a internet: per questo tu sei il biglietto da visita migliore della tua destinazione”.

Un’occasione unica per promuoversi e farsi conoscere sul mercato turistico svizzero è dunque il Salone Internazionale Svizzero delle Vacanze (Lugano, 1-4 novembre 2018), giunto alla sua 16a edizione: l’appuntamento fisso di oltre 20.000 visitatori di lingua italiana che, solo per le vacanze, muovono un fatturato di oltre 50 milioni di Franchi/Euro.

Info e form per iscriversi

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 giugno 2018
Leggi i commenti

Foto

Salone delle Vacanze di Lugano, come partecipare 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore