“Missioni” estere per Santaromita e Ravasi

Il valceresino sarà al Tour of Utah, il besnatese al Giro di Polonia

ivan santaromita edward ravasi ciclismo

Dopo la grande scorpacciata (talvolta pure un po’ grottesca) del Tour de France, il ciclismo professionistico torna al consueto calendario di corse sparse un po’ ovunque.

Nell’elenco delle gare ce ne sono anche un paio con il “bollino rosso” per i tifosi di casa nostra e dei corridori varesotti: il Tour of Utah e il Giro di Polonia, ai quali parteciperanno rispettivamente Ivan Santaromita ed Edward Ravasi.

La gara americana – lo Utah è uno Stato piuttosto montuoso – si disputerà tra il 6 e il 12 agosto ed è tradizionale “riserva di caccia” dei corridori locali. Solo lo spagnolo Mancebo, lo svizzero Tschopp e l’australiano Morton sono riusciti a interrompere i successi nordamericani in questa corsa a tappe. Nel 2017 due italiani – Canola (compagno del varesino nella Nippo-Fantini) e Ciccone – conquistarono una frazione; questa volta Santaromita proverà a portare a casa qualche risultato o comunque a far crescere la condizione in vista della seconda metà di stagione. «Nell’ultimo periodo mi sono allenato, ma non gareggio dal Campionato Italiano (30 giugno: ottimo 4° posto ndr) quindi cercherò di capire giorno dopo giorno cosa potrò fare» spiega il 34enne alla partenza per gli States.

Il Giro di Polonia invece rappresenta una bella sfida per Edward Ravasi, che quest’anno si è messo in luce soprattutto sulle salite di Delfinato e Adriatica Ionica. Il giovane besnatese sarà impegnato con il Team Uae Emirates e proverà a lasciare il segno in una corsa che a livello di classifica generale vanta alcune vittorie italiane: Locatelli nel ’49, Fondriest nel ’94, Ballan nel ’09 e Moreno Moser nel ’12. Il via sabato 4 agosto, sette le tappe in programma.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 01 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore