Il Viggiù Calcio rompe con il campo estivo. “Ma l’attività continua”

La società calcistica manda una diffida al gestore, per "impossibilità a raggiungere un accordo". Il gestore Guglielmo però assicura: il campo va avanti, ospitato negli spazi della piscina di Saltrio

Saltrio: i luoghi (inserita in galleria)

Il Viggiù Calcio 1920 “rompe” con il campo estivo Multisport, associato al logo della società sportiva. È una vicenda scoppiata negli ultimi giorni e che ha causato qualche disagio ai genitori dei bambini iscritti. Anche se ora il gestore del campo estivo, Marcello Guglielmo, assicura che «continuiamo l’attività fino all’ultimo giorno previsto, venerdì 7 settembre».

La rottura tra le due realtà è stata formalizzata lunedì 20 agosto, quando al Campo estivo è stata consegnata una lettera di diffida firmata dal nuovo presidente del Viggiù Calcio, Andrea Stocco, che intimava la riconsegna del campo di via  Molino dell’Oglio, ma anche la consegna “di tutti i proventi e dei documenti contabili” del campo estivo, “da Lei illegittimamente condotto in nome e per conto della scrivente associazione”. Il Viggiù Calcio 1920  ha anche postato sulla sua pagina Facebook un messaggio per “informa[re] i genitori dei bambini iscritti al campo in oggetto che quest’ultimo è stato sospeso”, per  “impossibilità di raggiungere un accordo con la gestione del campo estivo”.

Il gestore del Campo, Marcello Guglielmo, faceva parte della precedente dirigenza del Viggiù Calcio e oggi rassicura sull’attività: «Abbiamo avuto il patrocinio e un contributo del Comune, abbiamo presentato il progetto a Fondazione Comunitaria del Varesotto: come si può pensare che non fossimo in regola con tutto?» si difende. «Io sono tutti i giorni qui al campo estivo, Stocco poteva raggiungermi senza problemi» dice rispondendo all’attuale presidente del Viggiù Calcio, che lamentava la difficoltà a ottenere un momento d’incontro.

Al di là dello scontro tra Guglielmo e Stocco, cosa succede ora al campo, che ha 25 iscritti questa settimana? Il gestore rassicura: «Continuiamo grazie alla collaborazione con la piscina di Saltrio (nella foto), che ci ha messo a disposizione gli spazi. Abbiamo attività all’esterno, come quella settimanale al maneggio che è confermata, mentre abbiamo dovuto rinunciare ad esempio alla bici, perché richiedeva più spazio, che avevamo al campo di Viggiù. Mi ha confortato il fatto che tante famiglie hanno confermato le iscrizioni, hanno compreso la qualità del servizio: abbiamo anche prenotazioni per la prossima settimana». Rimane dunque valido il programma previsto inizialmente, fino al 7 di settembre, l’ultimo venerdì prima dell’inizio delle scuole.

 

Quanto al resto della diatriba tra le due realtà, qualche elemento in più arriverà forse dall’incontro fissato dal Viggiù Calcio per il 25 agosto, alle ore 15.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 23 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore