La nuova stazione della Arcisate Stabio perde già i pezzi

Una nostra lettrice segnala i problemi che affliggono la nuova stazione di Arcisate a soli otto mesi dall'inaugurazione della linea

Arcisate - stazione infiltrazioni settembre 2018

La nostra lettrice Ilaria ci invia le foto che ha spedito a Trenord per segnalare i problemi che affliggono già la nuova stazione di Arcisate, inaugurata insieme a quelle di Induno Olona e Cantello-Gaggiolo solo otto mesi fa.

“Invio anche a voi le foto denuncia mandate a Trenord, nella speranza che le divulghiate per mettere di fronte alle sue responsabilità chi ha fatto i lavori così male – scrive Ilaria – e nella speranza che venga aggiustato ciò che è già rotto dopo pochissimi mesi, anche per salvaguardare la collettività”.

Oltre alle crepe e alla caduta di calcinacci, Ilaria segnala anche importanti infiltrazioni d’acqua (“cascate”) nel soffitto sopra la rampa.

Arcisate - stazione infiltrazioni settembre 2018

di
Pubblicato il 11 settembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Ilcontrollore

    Probabilmente se anziche segnalarlo a Trenord lo avesse segnalato a RFI sarebbe stato meglio, troppo spesso ci dimentichiamo che Trenord fa viaggare i treni ma che il gestore infrastruttura è un altra cosa (RFI e Ferrovienord) e che spesso disagi attribuiti ad uno in realtà dipendono dall’altro (se si rompe il treno è colpa di trenord/Tilo/trenitalia/NFV ma se i problemi sono su binari, stazioni e passaggi a livello, apparati di circolazione la colpa del gestore infrastruttura)

  2. Scritto da carlo196

    Innanzitutto occorre sapere chi ha commissionato i lavori, chi li ha eseguiti, e chi li ha controllati e capire se sono stati eseguiti a regola d’arte. A questo punto sperare che all’impresa costruttrice sia stata fatta la ritenuta di garanzia in modo che provveda alle dovute riparazioni. Spesso se i lavori sono già stati saldati il committente resta, come si suol dire, “gabbato”.

Segnala Errore