Taglio del nastro per l’auditorium della scuola Don Macchi

Sarà “tecnologico e strutturato affinché non sia solo uno spazio didattico per alunni ed insegnanti ma anche un luogo di crescita culturale”

Generico 2018

Venerdi 26 Ottobre alle ore 20.30 sarà inaugurato l’Auditorium della Scuola Don Guido Macchi di Brebbia.

L’opera rientra in un pacchetto di interventi voluti dall’amministrazione, dedicati agli edifici scolastici e attuati durante i mesi estivi ed è stata “consegnata” agli alunni della scuola secondaria di primo grado al rientro a scuola dopo le vacanze.

«Alcuni studenti – spiega il vice sindaco Francesca Marino – avevano raccolto l’invito del sindaco e, in una lettera consegnatagli alla fine dello scorso anno, chiedevano di “sostituire i sedili poiché sono vecchi, rotti, pasticciati e scomodi; aggiungere un grande schermo perché spesso durante la visione di filmati la qualità del video è scarsa; aggiungere un impianto audio poiché durante la visione dei filmati l’audio è davvero un problema; vorremmo anche che venisse aggiunto uno scorrimano sulle scale laterali perché spesso si rischia di cadere; proporremmo anche di rimuovere quell’orribile moquette perché molti di noi sono allergici alla polvere che questa trattiene; infine sarebbe utile anche riparare la porta dell’aula di musica, perché è instabile”».

«Tutto quanto richiesto dai ragazzi è stato realizzato – ha commentato il primo cittadino – ed oggi abbiamo un Auditorium moderno, tecnologico e strutturato affinché non sia solo un luogo didattico e progettuale per alunni ed insegnanti ma anche un luogo di crescita culturale per il Paese, con una programmazione ed un utilizzo che coinvolga ogni fascia di età e soprattutto le famiglie».

In occasione dell’inaugurazione, dopo il taglio del nastro, è previsto anche uno spettacolo di Sabbie Luminose a ingresso libero.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore