Il consiglio regionale vota per l’accoglienza di Asia Bibi

La donna cattolica pachistana, accusata di aver offeso l'Islam, è minacciata di morte nonostante l'assoluzione da parte del tribunale

asia bibi

La Lombardia è pronta ad accogliere e dare ospitalità ad Asia Bibi e ai suoi familiari. La donna cattolica pakistana recentemente assolta dall’accusa di blasfemia ma minacciata di morte dagli estremisti islamici, ha chiesto aiuto all’Italia. Il consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità una mozione urgentee sottoscritta da esponenti dei vari gruppi consiliari nella quale il parlamento lombardo ribadisce con forza il proprio no alla pena di morte ed esprime piena solidarietà ad Asia Bibi e chiede al Governo del Pakistan che si faccia garante della sua incolumità.

Il documento promosso dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale e condiviso dai Presidenti dei Gruppi consiliari chiede che i Governi nazionali e l’Unione Europea prendano una posizione chiara e forte a sostegno dell’immediata scarcerazione di Asia Bibi, concedendole asilo politico, e condannando al tempo stesso le azioni violente di repressione del dissenso politico e religioso ancora in vigore in molti Paesi stranieri.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore