Maltempo: la Regione chiede lo stato di calamità

Le previsioni annunciano piogge intense nella giornata di mercoledì che potrebbero portare alla fuoriuscita del Maggiore. 40 milioni di euro i danni stimati in Lombardia

Maltempo sul Varesotto

Il maltempo continua a fare notizia. Nel Varesotto sono le piogge a preoccupare. Secondo il Centro geofisico prealpino  nella notte tra martedì e mercoledì 7 novembre, si attende il picco settimanale con 1,6 centimetri d’acqua. In giornata, però, si annuncia una pausa nelle precipitazioni che riprenderanno giovedì ma con piogge di lieve o scarsa entità.

Galleria fotografica

Ticino al Panperduto 3 novembre 2018 4 di 8

Il livello del lago Maggiore è in lenta diminuzione ed è poco al di sotto delle soglie di esondazione nei lidi più bassi: la crescita di domani, quindi, potrebbe portare alla fuoriuscita.

Maltempo sul Varesotto

foto di Elena Impe a Cerro di Laveno

Intanto, Regione Lombardia ha chiesto lo stato di calamità naturale per i danni provocati dal maltempo della scorsa settimana. La stima è di circa 40 milioni di euro suddivisi tra le provincie di Brescia, 18 milioni, Bergamo 12 milioni, 3,5 milioni per la provincia di Sondrio, più altri importi minori nelle altre province.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 novembre 2018
Leggi i commenti

Foto

Maltempo: la Regione chiede lo stato di calamità 2 di 2

Galleria fotografica

Ticino al Panperduto 3 novembre 2018 4 di 8

Galleria fotografica

Il Lago Maggiore in piena (sabato 3 novembre) 4 di 17

Galleria fotografica

Le foto del Verbano 4 di 16

Galleria fotografica

Il lago dopo la pioggia ad Angera e Ranco 4 di 13

Galleria fotografica

Il Lago Maggiore sempre più alto (foto del 2 novembre) 4 di 24

Galleria fotografica

Lago Maggiore prima e dopo la pioggia 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore