Rissa di Halloween, la verità dei “167”

I membri del gruppo hip hop di Malnate non vogliono passare per i “cattivi” di turno e ci tengono a spiegare la loro versione dei fatti

Varie

Non ci stanno a passare per gli aggressori e vogliono spiegare come sono andate le cose nella serata di Halloween al PalaInsubria, alla festa organizzata al campus universitario di Varese.

Botte alla festa di Halloween: deferiti due giovani

I membri del gruppo hip hop di Malnate “167” sono finiti al centro della polemica e della bagarre mediatica dopo alcuni articoli usciti dopo la serata: due i ragazzi denunciati a piede libero (anche se le denunce non sono ancora arrivate), che però non vogliono passare per i “cattivi” di turno e ci tengono a spiegare la loro versione dei fatti.

«Avevamo finito di suonare, è stato bel concerto, pieno di allegria e con tanta gente che cantava e ballava con noi – racconta Marco “Bad Alligator” Oliverio a nome del gruppo -. Non ci va di passare per quelli che picchiano o si comportano fuori dalle regole: vogliamo suonare e fare musica, questo è il nostro obiettivo. Quella sera di alcol ne è girato parecchio, in molti erano su di giri. Ad un certo punto uno dei ragazzi che era con noi ha urtato inavvertitamente un altro, che è finito addosso alla ragazza del deejay che suonava dopo, e le ha rovesciato addosso il drink. Le ha chiesto subito scusa, ma in tutta risposta ha ricevuto il contenuto del bicchiere in faccia. Da lì è partito tutto, il nostro amico si è ritrovato a terra aggredito da quattro persone e noi non abbiamo potuto fare altro che intervenire per difenderlo: c’è stata una scazzottata, loro erano in 4 e noi in 3. Lo abbiamo difeso, non abbiamo di certo cominciato noi. Se qualcuno si è fatto male, ci dispiace, ma non era nostra intenzione finire così la serata. Noi siamo poi andati via e dopo un quarto d’ora circa ci hanno detto che è arrivata la Polizia. Il giorno dopo ci siamo ritrovati in mezzo agli articoli di giornale che raccontavano cose non vere: questa è la nostra verità».

«Grazie all’hip hop ci creiamo un futuro»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore