«Grazie all’hip hop ci creiamo un futuro»

Loro sono i 167 Crew, tre ragazzi di Malnate che cercano di uscire da momenti difficili grazie alle loro rime in musica

167 Crew

Marco, Micheal e Mattia, in arte Thc, Master e The Future. Sono tre ragazzi malnatesi, poco più che ventenni, con un passato difficile nonostante la giovane età ma con un futuro in rima.

Galleria fotografica

167 Crew 4 di 22

Il loro gruppo si chiama 167 Crew, fanno hip hop e vogliono provare a costruire – per sé e per gli altri – un domani migliore dopo qualche errore nel passato, che li ha costretti a vario titolo a fare i conti con la giustizia.

Il progetto è nato nel 2012 con Thc e Master. «Nel mio periodo più difficile – spiega Thc – mi sono avvicinato a questa musica, senza però trovare terreno fertile a Malnate. Ho conosciuto Master e abbiamo deciso di provare a fare qualcosa assieme, facendo uscire nel dicembre del 2012 il primo lavoro, molto acerbo, “Scuola di Strada”».

«Nel 2013, grazie a Varese Giants, abbiamo prodotto il primo album “Room167” iniziando anche i primi veri spettacoli dal vivo: il nostro esordio è stato all’Arlecchino, una serata indimenticabile. Con gli anni abbiamo collaborato anche con la Rexo Record e lo Tusnami Flow, grazie al quale ci siamo esibiti anche a Milano al Barrio’s aprendo i concerti di Ghali, Sfera Ebbasta, Lazza e tanti altri, riuscendo sempre a fare bella figura».

167 Crew

Nel 2016 entra a far parte del gruppo anche The Future – ovvero Mattia – che si è avvicinato con alcune lettere dalla galera; durante il periodo di reclusione, inoltre, è protagonista di una miniserie Rai dal titolo La Scuola della Notte.

Con l’arrivo del terzo componente, l’inizio è subito fortissimo grazie alla canzone “Compton”, che ancora adesso è il video più visto della 167 Crew su Youtube. Subito dopo esce anche “Dream Team” che segue la scia ottenendo ottimi risultati.

Il progetto è così lanciato e poche settimane fa è uscito anche il nuovo singolo “Wendy”, girato assieme alla collaborazione con 167 Spazio Danza. L’idea della 167 Crew è proprio questa: aiutare le piccole realtà a crescere assieme, collaborando e proprio nell’ultimo singolo viene riassunta tutta la filosofia: «Ci siamo cresciuti dal niente ed è proprio dal niente che abbiamo creato».

Ecco come seguirli:

Facebook
Youtube
Instagram

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2018
Leggi i commenti

Galleria fotografica

167 Crew 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore