A scuola più sereni con lo sportello psico-pedagogico

Il servizio - libero e gratuito - sarà attivo in ciascun plesso scolastico, e sarà rivolto a sostenere genitori, insegnanti e ragazzi

Avarie

Torna il supporto psico-pedagogico nelle scuole di Arcisate.

Lo comunica l’Assessorato ai servizi sociali che, in collaborazione con l’Istituto comprensivo e la scuola dell’infanzia De Amicis, ha riattivato il servizio tenuto e gestito della psicologa specializzata dottoressa Maria Busti e rivolto agli insegnanti e ai genitori di tutte le scuole del territorio (asilo nido, scuole dell’infanzia, scuole primarie e scuola secondaria) ma anche i ragazzi dalla quinta elementare alle terza media.

La finalità principale del servizio – spiega l’assessore ai Servizi sociali Lisetta Bergamaschi, è quella di sostenere genitori ed insegnanti nel difficile compito educativo e di prevenire forme di disagio e di disadattamento scolastico e sociale dei bambini e dei ragazzi».

Nell’ambito del progetto saranno creati spazi di dialogo e confronto per gli adulti coinvolti nell’educazione degli alunni (genitori ed insegnanti) relative alle tematiche educative e di relazione. Lo sportello servirà anche a fornire adeguato e tempestivo ascolto alle particolari esigenze degli alunni delle scuole medie.

Il servizio offrirà uno spazio di ascolto individuale a favore dei genitori per le problematiche scolastiche, relazionali, familiari, educative, coniugali e personali, finalizzato al raggiungimento di situazioni di miglior benessere complessivo per sè e per i figli, con la possibilità anche di un orientamento presso i servizi pubblici territoriali.

Sono previsti anche momenti di supporto e supervisione per gli insegnanti in relazione a specifiche situazioni dei gruppi classe o di singoli alunni.

Il servizio – gratuito – sarà attivo in ciascun plesso scolastico (Asilo Nido “Raggio di Sole”, Scuole dell’Infanzia “Collodi”, “Don Milani”, e “DeAmicis”; Scuole primarie “Schwartz”, “Rodari” e “S. Francesco” e Scuola secondaria “Bossi”) con accesso libero previo appuntamento da chiedere alla segreteria della propria scuola.

L’accesso diretto allo sportello da parte dei ragazzi è consentito previa autorizzazione
rilasciata e sottoscritta da entrambi i genitori/esercenti patria potestà o tutori ad inizio anno scolastico.

di
Pubblicato il 07 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore