Inquinamento in aumento: “La qualità dell’aria è scarsa”

PM10 e PM2.5 oltre i valori massimi di legge da giovedì scorso e almeno fino a sabato la situazione continuerà a peggiorare. Presto potrebbero scattare i primi blocchi dell'Accordo Aria

inquinamento aria 5 dicembre

Peggiora giorno dopo giorno la qualità dell’aria che respiriamo. La rete di rilevatori di Apra segnala ormai da giorni un’impennata degli inquinanti che sono ormai ben al di sopra dei limiti di legge.

Gli inquinanti principali -PM10 e PM2.5- hanno iniziato ad addensarsi da giovedì scorso superando la soglia dei 50 microgrammi per metro cubo. Le concentrazioni sono salite costantemente fino a martedì, quando il vento è riuscito a spazzare via un po’ dell’inquinamento ma non ha portato la situazione alla normalità. Sono stati in particolare i PM 2.5 a destare particolare preoccupazione: questo particolato non dovrebbe superare i 25 μg/m3 ma nei giorni scorsi ha toccato quota 64 a Saronno, 49 a Varese e ben 72 a Como (a Busto Arsizio non viene rilevato, ndr).

Per i prossimi giorni, tra l’altro, le previsioni non fanno sperare in niente di buono. Il modello di Arpa prevede infatti un progressivo peggioramento della qualità dell’aria e la classificazione scarsa si espanderà praticamente a tutta la pianura. Solo sabato si ipotizzano condizioni utili alla dispersione degli inquinanti.

In questo contesto potrebbero scattare a breve le limitazioni previste dall’Accordo Aria, cioè quelle previste congiuntamente da Lombardia, Piemonte, Veneto e Emilia-Romagna per la realizzazione di una serie di misure contro l’inquinamento. Le due soglie di attivazioni prevedono blocchi dei veicoli più inquinanti e regolamentazioni più stringenti per il riscaldamento di camini e stufe. Tutti i dettagli sulle norme sono consultabili nel pdf disponibile cliccando qui.

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 05 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore