Inquinamento elevato, scattano le misure antismog in 6 province (non a Varese)

A Milano, Monza e Brianza, Pavia, Lodi, Cremona e Mantova scattano i primi blocchi ai diesel e aumentano i vincoli per il riscaldamento domestico. Varese "graziata" con due giorni di poco al di sotto della soglia di allarme

inquinamento

L’inquinamento è ancora a livelli molto elevati e così si inizia a correre ai ripari. Scattano infatti da venerdì 7 dicembre i primi provvedimenti in 6 province della Lombardia: Milano, Monza e Brianza, Pavia, Lodi, Cremona e Mantova. La provincia di Varese è esentata dai provvedimenti dato che da due giorni è (leggermente) al di sotto dei limiti massimi previsti dalla legge.

Le misure temporanee sono quelle di primo livello dell’Accordo Aria e riguardano i comuni con più di 30.000 abitanti, oltre a quelli aderenti su base volontari. I provvedimenti riguardano prima di tutto il settore automobilistico con limitazioni per i veicoli fino a euro 4 diesel in ambito urbano e l’obbligo spegnimento motori in sosta ma anche il settore del riscaldamento domestico sia con limitazioni all’uso di camini e stufe di classe inferiore alle 3 stelle e la riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni. Ci sono anche vincoli al settore agricolo con il divieto di spandimento liquami zootecnici e il divieto assoluto di combustioni all’aperto. Cliccando qui potete consultare una guida con tutti i provvedimenti.

L’aggiornamento dei dati relativi alla giornata di mercoledì ha fatto registrare nelle province di Milano, Monza, Pavia, Lodi e Cremona il 6° giorno consecutivo di superamento, mentre a Mantova è stato raggiunto il 5°. Le medie nelle province in superamento mostrano concentrazioni di PM10 comprese tra 51 e 74 microgrammi/m³. Avendo registrato almeno 4 giorni consecutivi di superamento del valore di 50 microgrammi/m³, la procedura prevede che vengano attivate le misure temporanee di I° livello, a meno che le previsioni meteorologiche prevedano per il giorno in corso e per il giorno successivo condizioni favorevoli alla dispersione degli inquinanti.

Le condizioni meteo per i prossimi giorni non si preannunciano favorevoli alla dispersione degli inquinanti in atmosfera per questo motivo si rende necessaria l’attivazione delle misure temporanee di primo livello.

di
Pubblicato il 06 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore