Cinghiale investito sulla provinciale del lago

Lo schianto domenica pomeriggio. Animale morto e incidente stradale fra due auto, traffico in tilt

Avarie

Non solo in montagna, ma anche sulle strade della fascia pedemontana il rischio animali selvatici è sempre più concreto.

Proprio come il caso della strada provinciale 36, che da Cassinetta di Biandronno porta a Capolgao.

Avarie

Nel pomeriggio di domenica, infatti, un cinghiale è morto investito da un’auto che viaggiava all’altezza del cimitero di Cazzago Brabbia.

L’animale è rimasto sulla strada, si è formata una lunga coda di veicoli nell’attesa che la carcassa venisse rimossa.

La presenza di animali selvatici sulle strade è un pericolo, ed è necessario mantenere una moderata velocità quando si viaggia lungo strade costeggiate da aree verdi.

Nel caso di ieri, che è costato la vita all’animale, due auto sono rimaste coinvolte in un sinistro stradale.

Per la Coldiretti, oltre che ai danni legati alle produzioni agricole, l’eccessiva presenza di cinghiali costituisce un pericolo per i trasporti: «E’ urgente un’azione di contrasto condivisa, oltre a un monitoraggio costante del problema nell’intero arco prealpino», scriveva solo pochi giorni fa Fernando Fiori, presidente di Coldiretti Varese.

Il 3 gennaio scorso, come si ricorderà, sul tratto tra Lodi e Casalpusterlengo della A1 un cinghiale in autostrada causò un incidente con un morto e 10 feriti, tra cui 3 bambini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore