Elezioni a Fagnano, la città è un laboratorio tra vecchie e nuove liste

Il Pd si spacca, una parte va con SìAmo Fagnano e l'altra potrebbe ripresentarsi con Solidarietà e Progresso, Lega e Forza Italia si annusano e i 5 Stelle cercano un candidato sindaco. Mistero sulla lista civica di Luca Vanetti

Fagnano Olona: Castello Visconteo

La campagna elettorale per le amministrative di Fagnano Olona si preannuncia scoppiettante. Sono molti i movimenti tra vecchi e nuovi arnesi della politica locale con le componenti che si disuniscono e si mescolano in nuove liste.

A farne le spese, per il momento, è soprattutto il Pd che è stato il principale sostenitore della lista civica che ha governato in questi ultimi 5 anni con Federico Simonelli. Una parte dei dem, con anche pezzi importanti come Santi Di Paola o l’attuale assessore alla Cultura Giuseppe Palomba (col benestare della deputata fagnanese del Pd, Maria Chiara Gadda, ndr), sono passati dalla lista del sindaco in carica a SìAmo Fagnano, il nuovo soggetto che ha calamitato l’attenzione generale presentandosi con largo anticipo e proponendo Dario Moretti come candidato sindaco. In SìAmo Fagnano sono confluiti, in realtà, anche pezzi di Forza Italia con Donato Mauro e di altre liste civiche come Marco Baroffio e lo stesso Moretti.

La lista del sindaco Solidarietà e Progresso, però, non sembra intenzionata a lasciare il campo al nuovo soggetto e dovrebbe ripresentarsi alle elezioni con un nuovo candidato sindaco che raccolga l’eredità di Simonelli anche se la sua esperienza e la sua capacità di unire attorno a sè le forze più prossime sarà difficile da ritrovare in un altro candidato.

Il variegato mondo della politica fagnanese, però, non si limita a questi due soggetti. Ci sono la Lega e Forza Italia con la possibilità di ricreare la classica coalizione di centrodestra caratterizzata fortemente dall’appartenenza partitica: cinque anni fa presentarono Angelo Saporiti e si mormora che sia ancora lui il cavallo su cui il partito degli azzurri intende puntare.

Da non sottovalutare, poi, il Movimento 5 Stelle che già da cinque anni siede in consiglio comunale con Fabrizio Poncato e il traino del governo gialloverde che potrebbe aiutare gli attivisti locali a puntare in alto. Il candidato sindaco non è stato ancora scelto (verrà votato all’interno del gruppo più avanti) mentre in questa fase si stanno concentrando sul programma elettorale.

Infine c’è Luca Vanetti, ex-consigliere comunale del centrodestra e assessore allo Sport per metà mandato nella giunta Roncari. Per il momento non è uscito allo scoperto ma il suo desiderio è quello di creare una vera lista civica senza partiti alle spalle. Per ora si tratta solo di enunciazioni generiche ma da più parti si mormora che Vanetti abbia già anche la lista di nomi pronta.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore